TAGIKISTAN

NBTS Tour Operator Catalogo Viaggi Tagikistan

Il Tagikistan è uno dei paesi più isolati dell'Asia Centrale e il meno sviluppato dal punto di vista turistico, si trova su un territorio prevalentemente montuoso e presenta meravigliosi paesaggi alpini. Il Tagikistan è caratterizzato da due catene montuose, la catena del Trans-Alay nel nord e il Pamir nel sud. Su queste catene si trovano le cime più alte dell'Asia centrale, fra cui il Picco Ismail Samani (Qullai Ismoili Somoniik) di 7.495 metri, detto anche Picco del Comunismo (fu il nome ufficiale fino al 1998). I principali fiumi sono il Syr Darya, l'Amu Darya, il Kafirnigan, il Vahš e il Pjandz. Il clima del paese è di tipo continentale, caratterizzato da escursioni termiche piuttosto accentuate. La temperatura invernale è spesso mitigata da un vento caldo e secco proveniente dalle aree montuose. Scarsissime le precipitazioni, concentrate soprattutto nella parte occidentale del paese.

Cosa Vedere

Dushanbe

E’ la capitale, dal 1929, con diversi musei ed edifici color pastello che la caratterizzano. E’ la maggiore città e il principale centro culturale ed economico del Tagikistan. Il nome deriva dalla parola tagica per "lunedì" e si riferisce al fatto che la città era un frequentato mercato nel giorno di lunedì, il secondo della settimana. Situata a 800 metri di quota, la storia della capitale e’ decisamente recente, fino agli anni Venti dello scorso secolo era solo un piccolo villaggio. La maggior parte delle attrazioni si trova lungo il principale viale alberato (prospekt Rudaki). Da visitare: Il Museo Nazionale delle Antichità del Tagikistan che ospita mostre, oggetti, reperti storici ed una antichissima statua del Buddha dormiente; il Museo Etnografico con una collezione di manufatti locali; il Museo Nazionale Bekhzod con diverse mostre; il Gurminj, museo che ospita una vasta esposizione di strumenti musicali tradizionali. Molto bella la Moschea e Medressa di Haji con la sua cupola d’oro brunito ed il minareto sormontato da una mezzaluna. I bazar sono il cuore commerciale della città: Bazar Sharah specializzato in generi alimentari; Bazar Barakat soprattutto per i tessuti locali. Da vedere anche l’Orto Botanico, il parco del Lago Komsomol e il Parco della Vittoria.
Dushanbe, la capitale del Tagikistan
Dushanbe, la capitale del Tagikistan

Info sul viaggio

Per i cittadini italiani è necessario il passaporto, con validità residua di sei mesi dalla scadenza del visto. Il visto d'ingresso è necessario. Per quanto riguarda il visto per turismo sono stati introdotti alcuni cambiamenti e facilitazioni. In particolare: - per i cittadini dell’Unione Europea è ora possibile ottenere il visto turistico direttamente in aeroporto all'arrivo nel Paese. Il visto può essere richiesto anche dalle agenzie turistiche, con lettera d’invito, al Dipartimento Consolare del Ministero degli Esteri o alle Rappresentanze diplomatiche tagike; - per i visti turistici inferiori a 30 giorni non è più richiesta la registrazione presso il competente Dipartimento del Ministero dell’Interno tagiko. Rimane l’obbligo per le altre tipologie di visto e va effettuata entro tre giorni dall'arrivo nel Paese. - e’ stata abolita la tassa di permanenza nel Paese (1 US $ al giorno) - non e’ più’ richiesto il pagamento di alcuna tassa per gli scalatori; - rimane l’obbligo di richiedere un permesso speciale per recarsi sulle montagne del Pamir, che però ora può essere richiesto anche prima di recarsi nel Paese presso i Consolati tagiki di Bruxelles, Delhi e Vienna. Dal 1° gennaio 2017 è possibile richiedere il visto per il Tagikistan collegandosi al sito www.visa.gov.tj . Dopo la registrazione e una prima valutazione della richiesta, al richiedente verrà inviata una conferma che dovrà essere presentata all'aeroporto in partenza e, ai fini del ritiro del visto, all'ufficio consolare dell’aeroporto di arrivo in Tajikistan, insieme alla documentazione di supporto richiesta. Il nuovo sistema non è associato al sistema di rilascio dei visti già esistente, chiamato e-visa ( www.e-visa.tj ) che permette un solo ingresso con una permanenza massima di 45 giorni in un arco di tempo di 90 giorni e non è prorogabile se non per cause di forza maggiore. Coloro che recandosi nel vicino Uzbekistan, con un visto per turismo valevole per un ingresso, confidino di ottenere nella capitale Tashkent, il visto per visitare i Paesi centroasiatici limitrofi (Turkmenistan, Tagikistan, Kazakhstan in primis), devono considerare che in caso di ritardo o diniego al rilascio di quelle Autorità, potrebbero trovarsi nel Paese con un titolo di soggiorno in scadenza. A tal fine si consiglia ove possibile, di munirsi dei visti di ingresso per i Paesi centroasiatici prima della partenza dall'Italia.
Condividi!