Uzbekistan Popolazione

Uzbekistan popolazione. Scopriamo le caratteristiche della popolazione dell'Uzbekistan. Etnie religione e abiti tipici.

Uzbekistan Popolazione

La popolazione dell'Uzbekistan conta su 32,96 milioni di abitanti (2018). L'Uzbekistan è lo stato più popoloso dell'Asia centrale. I suoi abitanti sono concentrati nel Sud e nell'Est del paese, costituiscono infatti circa la metà della popolazione totale dell'area. Al tempo dell'Unione Sovietica, l'Uzbekistan era una delle repubbliche più povere. Gran parte della popolazione era occupata nella coltivazione del cotone in piccole comunità rurali. Ancora oggi, buona parte degli abitanti vive nelle campagne e dipende dall'attività agricola per la propria sussistenza.

Tashkent abitanti 2,393 milioni (2016)
Samarcanda abitanti 519.231 (2016)
Khiva abitanti 89.500 (2016)
Bukhara abitanti 274.721 (2016)

Etnie

Secondo le stime ufficiali, nel 2017 gli uzbeki costituivano di gran lunga il gruppo etnico principale (83,8%), seguiti da tagiki (4,8%), kazaki (2,5%), russi (2,3%) e caracalpachi (2,2%). Queste stime però sono il frutto del fenomeno della uzbekizazione forzata della società voluta dal vecchio Presidente Karimov, scomparso nel 2016. In pratica molte persone persone si dichiarano uzbeke anche senza esserlo. Oggi i meticci, ovvero gli incroci fra due o più etnie, rappresentano quasi la metà della popolazione.

Religione

Secondo una ricerca del 2009 il 79% degli Uzbeki aderisce all'Islam, il 5% alla Chiesa russo-ortodossa, mentre il 16% professa altri credi religiosi. Si registrano inoltre alcune migliaia di ebrei, ciò che resta di un'antica e consistente comunità in gran parte emigrata in Israele e negli USA.

In Uzbekistan e negli altri paesi dell'Asia centrale, seppure sia predominante, la pratica dell'Islam non è unitaria. Riflette tradizioni, movimenti di riforma e secolarizzazioni che si sono avvicendati specialmente nel corso del '900. Ne risulta che in Uzbekistan il 54% dei musulmani non aderisce ad alcuna corrente, mentre sunniti e sciiti sono rispettivamente il 18% e l'1%.

Abiti

Gli uomini in genere indossano colori scuri, a parte il vivacissimo sash usato dagli anziani per chiudere i loro lunghi giubbotti imbottiti. Quasi tutti portano il dopy, una papalina nera quadrangolare con ricami bianchi. Le donne prediligono vesti variopinte, in genere gonne lunghe fino al ginocchio portate sopra pantaloni dello stesso tessuto.

Se la donna porta una o due trecce significa che è sposata, mentre se ne ha di più vuol dire che è nubile. Le sopracciglia che si uniscono alla radice del naso sono considerate un segno di bellezza. Spesso questa particolarità viene sottolineata con l'uso della matita.

Condividi!