Uzbekistan, la cucina uzbeka

Cucina Uzbekistan, la cucina uzbeka. Scopriamo cos'è il Plov, il piatto nazionale dell'Uzbekistan e alcune delle caratteristiche della cucina dell'Uzbekistan. che troverete durante in viaggio in Uzbekistan. Esistono parecchi piatti di carne nella cucina tradizionale uzbeka. Anche ne ristoranti sono frequenti i piatti tradizionale. Per i vegetariani basta segnalare allo staff dei ristoranti per ricevere una scelta di piatti a base di verdura.

La cucina uzbeka

La cucina uzbeka è una delle più deliziose dell'Asia Centrale. Alcune ricette hanno una lunga tradizione e la cucina è accompagnata da vari rituali che sono sopravvissuti fino ai nostri giorni. Un posto importante nella cucina locale la occupano la carne di agnello, manzo e di cavallo.

I principali piatti di carne sono caratterizzati dalla preparazione di cibi fritti o cotti al vapore, mentre è molto diffuso l'uso di burro, verdure, spezie ed erbe aromatiche. Sono ottime le zuppe locali preparate con molte verdure, le insalate con verdure fresche e i latticini. La cucina uzbeka ha tradizioni speciali nella preparazione di tutti i tipi di piatti. Dai primi piatti di carne, zuppe, prodotti da forno e pasticceria, insalate e bevande.

I piatti della cucina Uzbeka

Essendo un crocevia storico e parte di numerosi imperi, il cibo uzbeko è molto eclettico nelle sue origini. Le influenze indiane, iraniane, arabe, russe, cinesi e persino coreane contribuiscono alla cucina unica dell'Uzbekistan. Vi riportiamo a seguito alcuni dei piatti più famosi della cucina Uzbeka.

Chuchvara, un piatto simile ai ravioli e ripieno di montone e cipolle (aka "pelmeni" in russo).

Lagman, una zuppa densa con carne, patate, spezie, verdure e pasta. Di diritto, dovrebbe includere 50 ingredienti. Spesso vengono aggiunti carote, barbabietole rosse, cavoli, ravanelli, aglio, pomodori, peperoni e cipolle. Le tagliatelle dovrebbero essere molto sottili.

Manti, sono degli gnocchi ripieni di agnello e cipolla, spesso con cipolle, peperoni e grasso di montone.

Shashlik, la carne alla griglia. Solitamente servito solo con cipolle crude. Il vitello o il montone vengono marinati nel sale, i peperoni e l'aceto e gli otto-dieci pezzi di carne vengono grigliati allo spiedo sul fuoco aperto.

Somsas, sono tasche di pasta ripiene di carne di manzo, montone, zucca o patate. In primavera i "somsas verdi" sono fatti dal cosiddetto "yalpiz", un tipo di erba che cresce nelle montagne e nelle zone rurali delle regioni. E la cosa incredibile è che le persone li raccolgono gratuitamente e fanno gustosi somsas. Puoi trovare somsas cucinati e venduti per le strade.

Mastava, una zuppa di riso con pezzi di cipolla, carote, pomodori, piselli e occasionalmente prugne selvatiche. modificare

Shurpa, una zuppa di montone (a volte manzo) e verdure. modificare

Bechbarmak, una specialità dei nomadi kazaki, bollito di carne di pecora o di bue e pezzi di fegato, servito con cipolle, patate e tagliatelle. modificare

Pane in Uzbekistan

Cucina Uzbekistan. Il simbolo del paese è il pane, finemente decorato con dei timbri speciali e temi differenti a seconda della regione. Viene cotto in forni tradizionali a legna ed è eccezionale se mangiato ancora caldo.

Gli uzbeki mangiano molto pane, chiamato non in lingua uzbeka. Il pane rotondo si chiama lepioshka in russo. Puoi comprarlo ovunque, nel bazar costa circa 1.000-2.500 som. È delizioso appena sfornato e fa da solo un buon spuntino. Samarcanda è molto famosa per il suo pane. Il caratteristico pane di Samarcanda obi-non viene tradizionalmente cotto in fornaci di argilla. Il pane è servito ad ogni pasto.

 

Cucina Uzbekistan, i dolci

I dolci caratteristici sono fritti, inzuppati nel miele o nello sciroppo, e fatti a base di frutta secca o mele. I turisti devono sapere che la cucina uzbeka anche se deliziosa, ha un alto contenuto di calorie e proteine.

Il cioccolato non è qualcosa che si associ all'Uzbekistan, ma il paese produce un'ottima torta al cioccolato. Una fetta di torta ricca e umida può costare da 10.000 a 25.000 som in un bar o un ristorante. Tuttavia, se acquisti in una pasticceria, aspettati di pagare da 4.000 a 5.000 som per fetta. Una fetta può costare anche meno se riesci ad incantarne una da un venditore nella sezione all'ingrosso del mercato. I cioccolatini incartati singolarmente sono disponibili anche al chilogrammo nei contenitori mix and match nei mercati e anche in alcuni minimarket.

Tè, la bevanda nazionale

Esistono due bevande nazionali dell'Uzbekistan: il e la vodka. Questo è anche il risultato di oltre un secolo di dominazione russa del territorio.

Il tè è servito praticamente ovunque: casa, ufficio, caffè, ecc. Gli uzbeki bevono tè nero in inverno e tè verde in estate, invece dell'acqua. Se il tè viene servito nel modo tradizionale, il cameriere verserà il tè in una tazza dalla teiera e poi verserà il tè nella teiera. Questa azione viene ripetuta tre volte. Queste ripetizioni simboleggiano loy (argilla) che sigilla la sete, moy (grasso) che isola dal freddo e dal pericolo e tchai (tè o acqua) che spegne il fuoco.

Se ti viene servito il tè in una casa uzbeka, l'ospite cercherà in ogni momento di assicurarsi che la tua tazza non sia mai piena. Se l'ospite riempie la tua tazza, probabilmente significa che è ora che tu te ne vada, ma questo accade molto raramente, perché gli uzbeki sono molto ospitali. La mano sinistra è considerata impura. Il tè e le tazze vengono dati e presi dalla mano destra.

Vino e vodka in Uzbekistan

L'Uzbekistan non è probabilmente il primo paese a cui penserai quando sentirai "vino", ma è certamente prodotto qui. Il vino prodotto in Uzbekistan ha vinto numerosi premi prestigiosi internazionali per l'alta qualità. Sebbene l'Uzbekistan sia prevalentemente musulmano, per la maggior parte l'Islam lì praticato tende ad essere più culturale che religioso.

La birra è disponibile in ogni negozio ed è trattata come una bibita analcolica e non richiede alcuna licenza per la vendita. Ci sono negozi con licenza speciale che vendono vodka, vino e altre bevande. La vodka di fabbricazione russa è disponibile solo in pochi negozi.
Kumis è il latte di cavalla fermentato, che è alcolico. Una varietà sconvolgente di marche di vino e vodka è disponibile quasi ovunque.

Nonostante sia un paese musulmano, in Uzbekistan gli alcolici sono consentiti e ogni occasione è buona per festeggiare con la vodka.

Cos'è il Plov, il piatto nazionale

Il Plov è il piatto principale della cucina uzbeka motivo di orgoglio tra una serie di piatti nazionali. Viene anche preparato, sebbene in modi diversi, in altri paesi dell'area come Afghanistan, Tatarstan, Turchia, Armenia e Azerbaigian. Le cronache della storia del X-XI secolo, narrano che i Samanidi servivano questo piatto durante le feste di corte. Mentre nella medicina popolare il plov è stato considerato come un piatto curativo, tanto che Abu Ali Ibn Sina detto Avicenna, curava i suoi pazienti con questo piatto. Leggi la ricetta.

Nella cucina uzbeka ci sono più di cinquanta ricette diverse di plov, ogni regione ne ha messo a punto una versione particolare. Può essere cucinato utilizzando con carne rossa o di pollo, piselli o patate. Oppure cucinato a vapore o a base di carne di pecora. Le antiche ricette che prevedono l'utilizzo di carne di quaglia e uvetta, o quello fatto utilizzando riso ceroso sono rimaste inalterate fin dal X secolo.

Il plov si serve in un grande piatto di ceramica, in uzbeko chiamato lyagan, che viene posto al centro del tavolo in segno di condivisione e convivialità. In genere viene accompagnato da una insalata uzbeka fatta di pomodori, cetrioli e cipolla tritata. La tradizione vuole che si mangi bevendo del tè verde.

Cucina Navruz

Durante il periodo del Navruz le persone cucinano dei particolari pasti legati alla festività. Tra questi i piatti principali sono khalisa e sumalak, che vengono cucinati solo una volta all'anno, appositamente per la festa del Navruz.

Il Khalisa è un piatto cotto a base di sette cereali e di carne, che vengono tutti bolliti assieme per formare in una sostanza omogenea. Il Sumalak è un piatto rituale a base di germogli di chicchi di grano, una specie di budino di crusca di grano. Le persone iniziano a cucinare questi pasti un giorno prima della festa. Tutte le donne della famiglia o di una comunità si raccolgono attorno a grandi pentole e mescolano la sostanza per un'intera notte, a turno, in modo che non si bruci in quanto è posta su un focolare a legna.

La composizione di Haft Sin (in lingua farsi sette esse) è uno dei rituali tradizionali di Navruz. Il tavolo delle festività deve contenere sette cibi, i cui nomi iniziano con la lettera persiana Sin. Semi di ruta (siland), mele (seb), semi neri (siahdane), olive selvatiche (sanjid), aceto (sirke), aglio (sir) e semi germogliati (sabzi).

La tradizione vuole che maggiore è la varietà di cibo sulle tavole della festa, e maggiore sarà il raccolto l'anno successivo. I piatti tipici che non possono mancare durante il Navruz sono pilaf, shurpa, montone bollito e kok-samsa, dei pasticcini ripieni di erbette fresche. Fondamentale è poi il cibo che simboleggia la rinascita alla nuova vita come le spighe di chicchi di grano e le uova sode.

Condividi!