Uzbekistan la capitale Tashkent

Vi portiamo a scoprire Tashkent, la capitale dell'Uzbekistan con i suoi palazzi e il suo bazar.

Tashkent, la capitale

La capitale dell'Uzbekistan Tashkent, un tempo quarta città dell'Unione Sovietica per dimensioni, è il cuore dell'Asia centrale e dispone dei migliori collegamenti aerei internazionali dell'intera regione. Detto questo, non si può certo affermare che sia la classica meta turistica da cartolina. Ma per questo lo sono già Samarcanda Khiva e Bukhara. Nella città di Tashkent, a causa del catastrofico terremoto del 1966 e della successiva solerzia degli urbanisti sovietici, rimane ben poco dei 2.000 anni di storia della città.

I visitatori in genere concordano sul fatto che Tashkent sia la più sovietica delle città dell'Asia centrale. Si dice che molti slavi che non vogliono, o non possono, tornare in patria si rifugino nella relativa stabilità culturale di questa città. Qui la popolazione almeno per metà parla ancora russo, anche se russa non è.

Tashkent, cosa vedere

Vale la pena di passeggiare fra i resti della città vecchia, l'Eski Shakhar, un dedalo di strette viuzze polverose, su cui si affacciano case basse di mattoni e fango, moschee e antiche madrase (accademie islamiche). Questo quartiere sembra essere stato risparmiato dagli urbanisti sovietici per mostrare che aspetto avrebbero avuto gli edifici senza gli splendori del socialismo.

La madrasa di Kukeldash è una splendida accademia del XVI secolo, la cui piazza si riempie di fedeli nelle calde mattine del venerdì. Nelle vicinanze sorge la piccola moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Il bazar Chorsu è un enorme mercato all'aperto, accanto alla madrasa di Kukeldash, frequentato da una moltitudine di gente proveniente dalle campagne circostanti che in genere indossa costumi tradizionali.

I musei di Tashkent

La mancanza di edifici antichi in questa città è compensata dalla presenza di grandi musei. Il Museo delle Belle Arti ospita una interessante collezione di opere d'arte del Turkestan prima dell'invasione russa, tra cui manufatti zoroastriani, statue buddhiste di 1.000 anni fa e affreschi sogdiani.

Il Museo di Arti Applicate fu inaugurato nel 1937 come vetrina per le arti applicate di fine secolo. Ma è l'edificio in sé, progettato secondo lo stile tradizionale di Tashkent, a risultare più interessante dei suoi stessi contenuti. Vi sono altri musei dedicati alla storia, all'antichità, alla letteratura, alla geologia e alle ferrovie.

Navoi il teatro dell'Opera

Per fare una pausa potete andare al Navoi Opera and Ballet Theatre. Il Teatro è il luogo ideale per assistere a opere classiche occidentali, a prezzi economici. Si trova in un edificio sovietico, tra i pochi della città ad avere un minimo di stile.

Condividi!