Parco Impenetrabile di Bwindi, Uganda e Gorilla di Montagna

Bwindi il Parco dei Gorilla di Montagna dell'Uganda. Guida di viaggio in Uganda, il Parco Nazionale Impenetrabile Bwindi e informazioni per visitare i Gorilla di Montagna.

Bwindi, dove si trova

Il Parco dei Gorilla di Montagna è situato nella punta sud-ovest del territorio ugandese, accanto alla linea di confine con la Repubblica Democratica del Congo. Composto da 321 chilometri quadrati di foreste sia montane che di pianura, è accessibile solo a piedi. Bwindi è raggiungibile attraverso un trasferimento di circa 9 ore dall'aeroporto internazionale di Entebbe, in Uganda.

La nascita del Parco dei Gorilla

Il Parco Nazionale Impenetrabile di Bwindi, in inglese Bwindi Impenetrable Forest National Park, è una preziosa riserva naturale la cui prima istituzione risale al 1932. In quel periodo la due porzioni della foresta di Bwindi furono dichiarate riserve naturali della Corona Britannica. In particolare la Kayonza Crown Forest Reserve (a nord) e la Kasatora Crown Forest Reserve (a sud).

Negli anni successivi le due riserve vennero accorpate ed allargate con altri territori circostanti a più riprese. Nel 1964, la riserva fu designata come rifugio per gli animali, per fornire una protezione extra ai suoi gorilla di montagna e ribattezzata Riserva della foresta centrale impenetrabile. Nel 1966, altre due riserve forestali divennero parte della riserva principale, aumentando la sua area a quasi 321 chilometri quadrati.

Il parco continuò a essere gestito sia come riserva di selvaggina che come riserva forestale. Nel 1991 l'Impenetrable Central Forest Reserve, insieme alla Mgahinga Gorilla Reserve e alla Rwenzori Mountains Reserve, è stato designato Parco Nazionale e ribattezzato Bwindi Impenetrable National Park. Infine nel 1994 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Bwindi, patrimonio UNESCO

Oggi rappresenta uno degli ecosistemi più ricchi e preziosi di tutta l’Africa. Il Parco si estende su una superficie di oltre 330 km², coperta da foresta tropicale (o giungla) e da zone montuose. Ospita al suo interno 400 specie di piante. Conta inoltre su 120 specie di mammiferi, 346 specie di uccelli, 202 specie di farfalle, 27 specie di rane, camaleonti e gechi ed altre specie a rischio estinzione.

Gorilla di Montagna e fauna

Tra i mammiferi presenti nel Parco compaiono diversi primati, tra cui colobi e scimpanzé. Tuttavia protagonisti indiscussi di Bwindi sono i gorilla di montagna. Qui in quest’area vive infatti la più alta concentrazione di questi esemplari di tutta l’Africa (circa 340 unità). Ovvero la metà della popolazione mondiale di questa specie a rischio di estinzione.

Impenetrabile Bwindi

L’appellativo “impenetrabile” è dovuto alla natura accidentata e scoscesa del territorio, caratterizzata da strette vallate intersecate da fiumi e ripide colline. Perciò gran parte del territorio è raggiungibile con difficoltà ed esclusivamente a piedi. L’altitudine del parco varia infatti dai 1.190 ai 2.607 metri, ma più del 60% della sua estensione si trova ad un’altezza superiore ai 2.000 metri.

Turismo Gorilla tracking

I turisti possono visitare il parco in qualsiasi momento dell'anno, sebbene le condizioni nel parco siano più difficili durante la stagione delle piogge. Il parco si trova in una posizione remota e le strade sono in cattive condizioni. Le sistemazioni turistiche includono lodge, campi tendati e stanze gestite dalla comunità situata vicino al cancello d'ingresso di Buhoma. Il Bwindi Community Hospital fornisce assistenza sanitaria a 40.000 persone nella zona e ai turisti in visita.

Il monitoraggio dei gorilla è la principale attrazione turistica del parco e genera molte entrate per l'Uganda Wildlife Authority. I turisti che desiderano seguire le tracce dei gorilla devono prima ottenere un permesso. Famiglie selezionate di gorilla sono state abituate alla presenza umana e il numero di visitatori è strettamente controllato per prevenire rischi per i gorilla e il degrado dell'habitat. I gorilla reagiscono raramente ai turisti.

Diverse compagnie turistiche sono in grado di prenotare i permessi di localizzazione dei gorilla per i potenziali visitatori di Bwindi. Esistono regole severe per i turisti per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di malattie ai gorilla. Le visite guidate attraverso la foresta includono la anche una cascata e l'osservazione delle scimmie e degli uccelli. Uganda, Ruanda, e la Repubblica Democratica del Congo sono gli unici paesi in cui è possibile visitare i gorilla di montagna.

Condividi!