Panama City e l’arcipelago San Blas

Panama è un viaggio emozionante ricco di colori e di natura, un susseguirsi di suggestioni alla scoperta di un Paese tutto da esplorare. Panama è stata la terra di approdo dei primi navigatori esploratori europei, è una terra unica che divide due Oceani e che poi li unisce con il suo celebre Canale.

Panama City, punto d'arrivo e capitale del paese è una città moderna con spettacolari grattaceli ed il caratteristico Casco Viejo, il cuore antico della città. Panama City è una città che si basa sulla finanza e sulle sue banche, ma Panama è anche altro. Panama è uno scrigno della biodiversità, con territori variegati, animali e piante che vivono in armonia all'interno di una foresta lussureggiante. Panama è mare, arcipelaghi, isole, spiagge e Mar dei Caraibi, tra un mare turchino e spiagge bianchissime, che non sembrano essere state toccate dalla modernità.

Il miglior periodo per visitare lo stato di Panama è durante la stagione secca, da meta’ dicembre a meta’ aprile. Durante la stagione delle piogge il clima è caldo e umido soprattutto nelle pianure e nelle foreste dell'entroterra. La pioggia cade in rovesci brevi e frequenti che rinfrescano l'aria e sono spesso seguiti dal sole. Se invece vi piacciono le feste non perdetevi il Carnevale a Panama City oppure a Las Tablas nella Peninsula de Azuero, qui i festeggiamenti per il Carnevale sono tra i piu’ belli al mondo. Il Carnevale viene festeggiato nei quattro giorni precedenti il mercoledì delle Ceneri e i festeggiamenti includono musica, danze e una grande sfilata prevista il giovedì grasso.

Si parte da Panama City, la capitale dello stato, un centro dalla frenetica e moderna vita commerciale. La città si sviluppa per circa 10 km lungo la costa del Pacifico, mente il suo antico cuore coloniale è il distretto di San Felipe conosciuto con il nome di Casco Viejo. La città vecchia sorge sulle rive dell'oceano ed è circondato da un enorme muraglione costruito dagli Spagnoli quattro secoli fa, al suo interno custodisce una grande area con case e palazzi dalla tipica architettura coloniale. Le principali attrazioni da non perdere sono la Cattedrale Metropolitana del XVII secolo, il Museo del Canale di Panama, Plaza Simon Bolivar, il Palazzo Presidenziale e il Museo della Storia di Panama.

Usciti dalla città vecchia troviamo il distretto bancario di Via Espana, caratterizzato da edifici moderni e da sofisticati locali.

Nella periferia della città si può visitare il famoso Canale di Panama, un vero gioiello di ingegneria con i suoi 80 km di lunghezza, da Panama City sull'Oceano Pacifico alla città di Colon sulla Costa Atlantica. Oggi il Canale di Panama è attraversato da oltre 12.000 navi l'anno, che percorrono lentamente lo stretto circondate dalla giungla che cresce su entrambe le sponde. La migliore località per visitare il Canale sono le Chiuse di Miraflores, dove si trova una piattaforma che regala ai visitatori una buona visuale delle chiuse in movimento. Qui si può anche visitare il piccolo museo che al suo interno contiene un modello del Canale e un breve filmato introduttivo. Per assaporare al meglio l'emozione della traversata del canale si possono organizzare tour di cinque ore in barca attraverso le chiuse fino al lago di Miraflores.

Con un volo in partenza dall’aeroporto di Albrook a Panama City si raggiungono le isole dell’arcipelago di San Blas, che si trovano disseminate lungo la costa Caraibica di Panama, dal Golfo de San Blas fin quasi al confine con la Colombia. Queste isole sono uno dei luoghi più belli di Panama, isole di sabbia bianca, ornate di palme e contornate da acque cristalline di color turchese, con una barriera corallina ricca di vita marina, specialmente per gli amanti della tranquillità, scandita solo dai ritmi e dai suoni della natura.

Le 378 isole dell'arcipelago sono la patria degli indios Kuna, che le amministrano come provincia autonoma. La popolazione Kuna si è dotata di un proprio sistema economico, utilizza una lingua propria con costumi e cultura tradizionali. Tutta la loro cultura è differente dal resto del paese con modi di vestire, leggende, musica e danze originali. La loro economia è basata sulla pesca e sul turismo e sulla vendita delle noci di cocco. Nelle isole dell'arcipelago si possono fare belle immersioni soprattutto nei mesi che vanno da aprile a giugno. Tra le isole più belle e interessanti da visitare segnaliamo Kagantupu, Achutupu e Coco Blanco.

Condividi!