Marocco, Essaouira e la costa Atlantica

Con questo viaggio siamo andati a conoscere la costa Atlantica del Marocco. Questa parte del paese è storicamente legata al commercio portuale. Lungo la costa sorsero numerose città fortificate.

Arrivo a Casablanca

Con un volo della compagnia aerea Royal Air Maroc raggiungo l'aeroporto Muhammad V di Casablanca (CMN) si trova a 30 km a sud di Casablanca. Ritirati i bagagli e passata la frontiera con i nostri passaporti ci attende l'autista per il trasferimento in città. Arrivati a Casablanca, andiamo a conoscere più da vicino la capitale economica, metropoli internazionale il cui sviluppo è inseparabile dall'attività del porto.

Oggi Casablanca è una città viva con giovani nei locali alla moda vestiti all'occidentale, una importante la città commerciale, industriale e molto attiva nel mondo degli affari. La parte religiosa della città la si può ammirare camminando lungo la corniche con la sua Moschea Hassan II, tra le più belle del mondo.

Larache

Percorrendo strade e autostrade lungo la costa del Marocco in direzione nord, arriviamo a Larache, cittadina impregnata di cultura spagnola, dalla cui costa di può osservare Lixus, sua prestigiosa dirimpettaia. A Larache sulle case e le arcate, su porte e colonne danzano tutte le sfumature dei colori dell’arcobaleno, e lei volteggia in una sarabanda di colori.

Asilah

Con altri 50 km arriviamo nell'antica cittadina di Asilah la cui storia è segnata da un passato pieno di tumulti. Tutta bianca e delicatamente venata d’azzurro, si rannicchia dietro alte mura che oggi la proteggono solo dalla furia dell’oceano. Il giovedì si affolla di contadini dai costumi variopinti, ed esplode in una gioia spensierata e contagiosa.

Cromlech de Mzoura

Vicino al villaggio di Chouahed, a 15 chilometri a sud-est di Asilah, si trova l'interessante sito archeologico di Msoura (Cromlech de Mzoura). Un dolmen dove si può vedere un cerchio di pietre e diversi menhir, di cui un raggiunge i 5 metri di altezza. In particolare è costituito da 167 monoliti che circondano un tumulo lungo 58 m, largo 54 m, con un'altezza di 6 metri. La sua costruzione si presume sia datata al IV o III secolo a.C. agli inizi del Regno di Mauretania, mentre la leggenda vuole che sia la tomba del gigante Anteo.

Tornati a Casablanca passiamo la serata in uno dei locali che si trovano lungo la Corniche, molti dispongono sale con vista sull'Oceano Atlantico da dove si può ammirare il rosso del tramonto.

Azemmour

Il giorno seguente, percorrendo la strada che segue la costa verso sud arriviamo nella dolcemente pigra, Azemmour adagiata sulle rive del fiume Oum er-Rbia. E' un mosaico di colori fatti di terra rossa, che accende il porpora delle mura e il fucsia delle boungaville.

El Jadida

Raccolta all'ombra della sua cittadella, El Jadida vi spinge a passeggiare fino ai bastioni dell'Ange che dominano il porto. Ancora qualche passo, e vi potete accaparrare il diritto di riposare su una delle più belle spiagge dell'Atlantico.

Safi

Proseguendo arriviamo ad una Safi. Ricca di attività ancestrali, Safi riporta ad ogni giro di marea le sue reti cariche di pesce abbondanti. Più in alto, sulle colline, abitano i vasai.

Essaouira

Siamo finalmente arrivati ad Essaouira la Bianca, da tempo immemorabile protetta dagli alisei, annegata tra i fiori, Essaouira è immersa nelle mille fragranze impiegate dagli ebanisti. Tuia, citronella, cedro, mosaici di essenze preziose che i legni pregiati conserveranno per anni a venire.

Parco Nazionale di Souss Massa

Parco Nazionale di Souss Massa. Iniziando dal piccolo Museo Etnografico è possibile vedere un riassunto della flora e della fauna dell’area. Si percorrono in fuoristrada gli sterrati all’interno del Parco per ammirare gli orix bianchi, gli struzzi e altri animali endemici e introdotti. Per concludere la visita arriviamo alla foce del fiume Massa dove è possibile avvistare i fenicotteri rosa.

Agadir

L'ultima notte del viaggio la passiamo ad Agadir, città della dolce vita. Favorita da una posizione eccezionale, tra il deserto e la sua splendida baia sull'Oceano Atlantico, gode di clima temperato tutto l'anno.

E' una città basata sul turismo balneare internazionale agevolata dall'arrivo nel suo aeroporto di Agadir-Al Massira (AGA) di numerosi voli charter. Grazie ad alberghi di prim'ordine è diventata una stazione balneare d'eccellenza e viene garantito un soggiorno di qualità in qualsiasi periodo dell’anno.

Agadir è anche il primo passo verso mille altre scoperte, dalle ricchezze dell’interno alla mitica avventura del Grande Sud.

Sidi Ifni

Prima raggiungiamo Aglou e percorrendo la strada lungo la costa arriviamo a Mirleft, località che negli anni 70 era meta degli hyppies. Più a sud si trova la cittadina di Sidi Ifni, fondata dagli spagnoli nel 1476 che divenne capitale del ex colonia spagnola del Sahara Occidentale. A Sidi Ifni si può vedere l'architettura con il suo tipico stile art decò dove spicca piazza Hassan II. Sosta in una spiaggia nei pressi di Sidi Ifni per la visita dell’arco di roccia, una meraviglia creata dalla natura.

 

 

Condividi!