Mar Morto Giordania

Mar Morto Giordania, guida completa per organizzare il tuo viaggio. Consigli per un soggiorno negli hotel del Mar Morto. Il Mar Morto della Giordania, dove andare e cosa vedere nei dintorni. Le acque del bacino dall'alto contenuto di salinità e i segreti per galleggiare. Un grande lago salato e la sua caratteristica che non vede la presenza di pesci.

Mar Morto caratteristiche

Il Mar Morto è un luogo magico, dove secondo la Bibbia sorgevano le città di Sodoma e Gomorra. Qui oggi è possibile soggiornare in hotel attrezzati e galleggiare a pelo d'acqua sospesi su una civiltà di 10.000 anni. E' la quintessenza della natura della Giordania che procede per percorsi imprevisti e affascina nelle sue mille combinazioni.

La principale risorsa del Mar Morto è rappresentata dalla salinità dalle sue acque incredibilmente calde, rilassanti e ricche di minerali. Qui si può provare l'esperienza del galleggiamento a filo d'acqua, infatti l’alta densità di sale del bacino consente di galleggiare con facilità. Non è però consigliato immergersi nelle sue acque per evitare irritazioni agli occhi.

Questa è la beauty farm più grande del mondo, frequentata in passato anche dalla bellissima Regina Cleopatra che conosceva le proprietà dei fanghi e i delicati raggi del sole del Mar Morto di Israele e Giordania.

Perché si chiama Mar Morto?

Le acque ad alta salinità del Mar Morto non consentono la sopravvivenza a nessuna specie animale o vegetale. Tranne ad alcune tipologie di microrganismi che si sono adattati a queste estreme condizioni ambientali. Non ci sono pertanto pesci nel Mar Morto. Il fatto che non ci siano forme di vita all’interno di questo specchio d’acqua ha fatto si che venisse chiamato Mar Morto.

Si chiama Mar Morto, ma in realtà è un lago. Le sostanze minerali di cui è ricco non permettono che si sviluppi vita nelle sue acque, ma le stesse acque migliorano la vita grazie alle loro preziose proprietà curative.

Sulla strada che porta alle sue rive un cartello indica il livello del mare e per raggiungere il lago salato bisogna ancora scendere di 400 metri. Il profondo della Jordan Valley è infatti il punto più basso della superficie terrestre.

Mar Morto Giordania dove dormire

Hotel e Resort Mar Morto Giordania

Questo gigantesco bacino, lungo 75 chilometri e largo 15, vecchio di mille secoli, è il solo luogo al mondo in cui è possibile riscontrare una così alta combinazione di benefici termali. Dalla radiazione solare perfettamente filtrata alle condizioni climatiche peculiari, dall'atmosfera arricchita da ossigeno alle sorgenti e fanghi saturi di un nero cupo… è facile capire come la regione del Mar Morto sia ideale per ricevere trattamenti di vario genere, soprattutto finalizzati a ristabilire l'equilibrio della pelle, sempre sotto la guida di centri medici locali.

Un approccio moderno supportato da nuove infrastrutture, resort specializzati, hotel, centri terapici e complessi per il fitness, assicura al visitatore un viaggio all'insegna del relax e della bellezza, da consigliare e ripetere nel tempo.

NBTS Viaggi propone una selezione di pacchetti di viaggio organizzati negli Hotel del Mar Morto in Giordania e in Israele. Soggiorni in alberghi scelti per cure di salute e trattamenti di benessere. Prodotti di bellezza, fanghi e sali del Mar Morto, hammam e SPA è quello che potete trovare durante un soggiorno negli hotel del Mar Morto.

Dove dormire: Mar Morto Giordania Hotel Movenpick Resort & Spa, Mar Morto Giordania Hotel Kempinski, Mar Morto Giordania Hotel Dead Sea SPA.

Spiagge Mar Morto Giordania  

Ci sono anche spiagge attrezzate nel Mar Morto in Giordania. Ad Amman Beach ad esempio si può effettuare un ingresso giornaliero senza dovere pernottare negli hotel e resort del Mar Morto. Si tratta di una spiaggia molto frequentata da Turisti e da cittadini della Giordania. Si possono effettuare dei bagni e vengono dati in affitto asciugamani, e attrezzature come sdraio e docce.

 

Mar Morto Giordania cosa vedere

Betania

La Valle del Giordano riveste anche un profondo significato per i turisti religiosi. Le scoperte archeologiche hanno permesso di identificare quest’area alla la biblica “Betania al di là del Giordano”, dove viveva Giovanni al tempo in cui battezzò Gesù. Questo luogo viene anche chiamato “Collina di Sant’Elia”, ed è il punto principale del Sito Battesimale. E' ricoperta dalle rovine di un monastero bizantino, costituito da chiese, ampie fonti battesimali e sistemi di conservazione dell’acqua. La chiesa bizantina e il canale oggi possono essere visitati.

Canyon Wadi Mujib

Raggiungendo a 29 Km il ponte Mujib, si può effettuare un facile percorso torrentismo con il canyoning Siq Trail nella riserva del Wadi Mujib. Il sentiero inizia dal Visitor Center situato nei pressi del Mujib Bridge, da dove potete prendere la passerella situata sopra la diga e seguire il corso del fiume tra alte scogliere di arenaria per arrivare alla base di una grande cascata.

A seconda del livello delle precipitazioni stagionali, la gola può contenere pozze abbastanza profonde da attraversare a nuoto. Si tratta di una passeggiata da effettuare lentamente per godere dell'acqua fresca e dell’ombra, in particolare durante il calore dell'estate.

Macheronte

Macheronte è una collina fortificata situata in Giordania sulla riva est del Mar Morto. Questa località è nota per essere stata, secondo Giuseppe Flavio, il luogo di prigionia e morte di Giovanni Battista. All'interno dell'area fortificata si trovano le rovine del palazzo erodiano, con un ampio cortile e ricchi bagni con mosaici. Verso il dirupo nord-est si trovano resti di mura e torri, molto probabilmente le ultime rimanenze della "città bassa". Da est invece è visibile l'acquedotto.

Monte Nebo

Monte Nebo, che con una altezza di circa 817 metri si affaccia sulla Valle del Giordano e sul Mar Morto. Nelle giornate nitide è possibile riconoscere la città di Gerico e Gerusalemme. Qui si trova la Basilica di Mosè presunto luogo di sepoltura del profeta Mosè. In questo luogo già nel IV secolo esisteva una chiesa meta di pellegrinaggi, che venne poi abbandonata. Nel 1932 i Francescani costruirono una struttura che protegge una chiesa bizantina del IV e VI secolo.

Madaba

Madaba, la famosa città dei mosaici, è la quinta città della Giordania per popolazione. Gli abitanti sono circa 70.000 e sono per la maggior parte di etnia araba e di religione islamica. Qui si trova anche una cospicua comunità di arabi cristiani legati alla tradizione greco-ortodossa, una delle più grandi comunità cristiane della Giordania.

Il principale centro turistico è la chiesa di San Giorgio, sul cui pavimento si trova la più antica mappa della Terra Santa, raffigura l'itinerario per raggiungere Gerusalemme attraverso oltre centocinquanta località. La chiesa consacrata nel 1896, venne eretta sui resti di una preesistente chiesa bizantina da un gruppo di monaci greco-ortodossi. Il celebre mosaico bizantino fu scoperto verso il 1890 proprio durante la costruzione della Chiesa di San Giorgio. La città stessa offre molti famosi mosaici sia negli edifici pubblici che privati.

Hammamat Ma'in

Mar Morto ma non solo. A pochi chilometri sud-ovest dalla città di Madaba, ecco Ma'in, un altro santuario del benessere. Ma'in sono 60 sorgenti termali e il potere terapeutico della più nota, l'Hammamat Ma'in, è stato reso famoso dalla figura di Erode. L'acqua delle cascate che è riscaldata da fenditure laviche sotterranee (fino a raggiungere temperature superiori ai 63°C) contiene potassio, magnesio e calcio, insieme ad altri minerali preziosi.

In contrasto con il nudo e ripido altopiano del Golan in Israele, che d'estate diventa impraticabile per le alte temperature, le vicine sorgenti calde di Al Himma si trovano in un'area della Giordania lussureggiante e rigogliosa. Queste acque, che raggiungono i 33 °C, erano famose già in epoca romana per le loro proprietà curative, ancora oggi invariate.

Cascate di Afra e Burbita

Tra gli altri luoghi termali meta di turisti esigenti si ricordano le Cascate di Afra e Burbita nel sud del Regno Hascemita di Giordania.

Mar Morto come arrivare

L'area degli hotel del Mar Morto in Giordania è facilmente raggiungibile dall'aeroporto di Amman. Dopo lo scalo del vostro volo in territorio giordano, presso l'aeroporto Queen Alia di Amman (AMM), situato a sud della città di Amman, un trasferimento di 1 ora di auto vi permette di raggiungere questa destinazione termale. Atterrando nel sud della Giordania al King Hussein International Airport di Aqaba (AQJ), sulle rive del Mar Rosso, il trasferimento è di circa 4 ore e 30 minuti.

Se invece dormite ad Amman, la capitale della Giordania, gli hotel del Mar Morto si trovano a circa 1 ora di guida dalla città. Gli hotel del Mar Morto, dove si posso provare trattamenti di salute e SPA, distano circa 3 ore di guida da Petra. Sono un'ottimo punto d'appoggio finale dove dormire nell'ultima notte del viaggio.

Mar Morto Meteo, Clima e Temperature

Il periodo migliore per un soggiorni negli hotel e resort del Mar Morto sono i mesi di febbraio e novembre, perfetti per le nuotate sotto il sole e gradevoli cene all'aperto. Mentre a dicembre e gennaio la temperatura è più fresca. Da maggio a ottobre il Mar Morto ha un clima caldo e umido. Si fa torrido invece nel periodo estivo. L'alta stagione turistica è concentrata in primavera, autunno e nei mesi invernali. Durante le festività gli hotel sono spesso tutti prenotati, e sono frequentati da una clientela araba e più in generale di tutto il mondo.

Tabella delle temperature medie

GenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicMedia Annuale
Umidità %50443942352930333437375239 %
Temp. Aria °C16202324263335343229241926 °C
Temp. Acqua °C19202122243132323128232025 °C

Mar Morto Giordania, principali distanze 

Mar Morto - Amman: 56 Km
Mar Morto - Aeroporto Queen Alia Amman: 55 Km
Mar Morto - Petra: 196 Km
Mar Morto - Wadi Rum: 310 Km
Mar Morto - Aqaba: 272 Km
Mar Morto - Madaba: 32 Km
Mar Morto Jerash: 90 Km

Condividi!