Libano, il paese dei Cedri

Libano, il paese dei Cedri

Libano, il paese dai mille volti e dai mille conflitti. Racconto di viaggio in Libano, cosa vedere e le principali attrazioni turistiche dell'unico paese nella storia che ha tenuto il suo nome Lib Nin. L’interpretazione del nome è il “Paese del latte”, bianco come la neve che ricopriva le montagne che quando arrivava la primavera sciogliendosi fertilizzava le vallate.

Beirut

L’arrivo a Beirut almeno per me, è stato scioccante. Ti ritrovi in un traffico che definire caotico è un eufemismo, nonostante abbia potuto constatare quanto siano caotiche le varie città mediorientali, Beirut è sicuramente la peggiore.

Ma non è sicuramente il traffico che ti colpisce maggiormente, la sensazione che ti assale (e questo per tutto il viaggio) è un misto di frenesia e tristezza, i libanesi incarnano perfettamente l’intercalare della lingua araba “Inshallah”, vivono in modo frenetico e cercano di assaporare ogni attimo di vita, ogni respiro della giornata, perché oggi ho tutto questo domani non so.

Si passa a fianco di grattacieli di vetro e cemento e ti sembra di essere a Dubai, mentre un attimo dopo (di fianco) ti trovi ancora la casa diroccata dai bombardamenti o crivellata di colpi.

Il Libano sta crescendo ad una velocità incredibile, sotto tutti gli aspetti e in modo particolare nell’edilizia, tutto questo per attirare il ricco mercato dei paesi del Golfo nonostante, ad oggi, non ci sia ancora un governo “stabile”.

Libano cosa vedere

Byblos, Baalbeck e Tripoli

Fare un viaggio in Libano vuol dire fare un viaggio nella storia: visitare la città più vecchia al mondo (o meglio l’insediamento divenuto poi città) di Byblos, Baalbeck uno dei più bei siti archeologici e meglio conservati del Medio oriente e poi Tripoli con il suo castello/fortezza usato da tutti gli eserciti che si sono succeduti nei secoli e attualmente usato come caserma.

Sidone e Tiro

Sidone con la sua fortezza dei Crociati sul mare e il famoso museo del sapone, lascio per ultima Tiro con i suoi siti sparsi per tutta la città e il colonnato che si affaccia sul mare, una meraviglia che ti lascia senza fiato se si pensa a tutto quello che è stato costruito (e anche distrutto) nei secoli.

Grotte di Jeita e Wadi Kadisha

Ma il Libano non è solo storia, in Libano ci sono delle bellissime grotte, si chiamano le grotte di Jeita e sono in lista per diventare una delle meraviglie del mondo. Wadi Kadisha, una delle più belle e profonde valli del Libano incastonata tra le rocce tra le quali si celano alla vista bellissimi monasteri.

Cedars, la Foresta di Cedri

La parte che forse ti lascia l’amaro in bocca è quando arrivi a Cedars, ovvero la famosa foresta di cedri, che purtroppo sta scomparendo. Oggi stanno cercando di ricreare un vivaio di cedri, e forse proprio questa pianta che cresce molto lentamente, rimane il simbolo di un Paese che sta cercando in tutti i modi di risollevarsi, dimenticando le distruzioni del passato e cercando di puntare in alto come i grattacieli di Beirut.

Condividi!