India, viaggio nei backwaters del Kerala

La città portuale di Kochi è situata su un gruppetto di isole e strette penisole nella costa sud occidentale dell'India. La città vecchia risente molto del suo passato coloniale e al suo interno si possono trovare tracce di architettura olandese portoghese e britannica nei palazzi che sorgono sulla costa tropicale di Malabar. A Kocki si trovano strade tortuose con case portoghesi risalenti al 1500, la chiesa più antica dell'India e una sinagoga del XVI secolo, un palazzo contenente alcune delle pitture murali più belle del paese. Da non perdere sono gli spettacoli del famoso Kathakali, la danza teatrale nata circa 400 anni fa nel Kerala considerata una delle più antiche forme di danza dell'India.

Suggestiva è la visita del quartiere Fort Kochi situato sul mare dove troviamo edifici coloniali olandesi, portoghesi e britannici, nonché per le elaborate reti da pesca in bambù lungo l'omonima spiaggia. La Chiesa di San Francesco era il luogo di sepoltura originale dell'esploratore e navigatore portoghese Vasco da Gama, morto proprio a Cochin il 24 dicembre 1524. Ristoranti di lusso e caffè chic servono specialità della cucina del Kerala, mentre i caratteristici negozi locali vendono capi di abbigliamento in cotone e souvenir fatti a mano.

Nello storico quartiere di Mattancherry si trova il meraviglioso palazzo cinquecentesco, costruito dai portoghesi in stile tradizionale del Kerala. Lo storico quartiere di Jew Town, il cuore dell'allora fiorente comunità ebraica di Cochin, è caratterizzato da un fascino antico e vi si trova la Sinagoga Paradesi, risalente al XVI secolo. I negozi caratteristici intorno a Synagogue Lane e Jew Town Road vendono oggetti d'antiquariato, sculture, articoli da collezione vintage, oltre a spezie aromatiche e artigianato tipici del Kerala. I caffè informali all'aperto e i ristoranti dall'atmosfera artistica, di cui alcuni ospitati in edifici storici, servono specialità locali e piatti occidentali. Qui si trovano edifici sia dell'epoca coloniale sia religiosi, tra cui moschee, chiese, santuari indù e il Jain Temple.

Le acque interne del Kerala. La complessa rete di lagune, laghi, fiumi e canali che ornano la costa del Kerala rendono lo stile di vita di questa regione estremamente particolare, ed è davvero affascinante navigare su queste acque per una esperienza rilassante. Le barche attraversano laghi poco profondi circondati dalle palme e da reti da pesca, per poi passare per canali ombrosi e stretti dove vengono caricati sulle barche le merci come noce di cocco e noce di acagiù.

Un viaggio nella regione del Kerala porta a immergersi nelle meraviglie naturali del sud dell’India. L’esperienza di un’escursione nei backwaters del Kerala con le tipiche case galleggianti è il modo migliore per scoprire una natura lussureggiante che si stende lungo i 900 Km di canali color smeraldo ritagliati tra il verde brillante delle risaie e alte palme da cocco. Ci si ferma in piccoli villaggi dove la gente vive della coltivazione di piccoli appezzamenti di terra di pochi metri e si possono vedere le barche tradizionali dalle gigantesche vele con la prua intagliata a forma di drago. Tra le escursioni più interessanti c'è il trasferimento in barca con un viaggio di otto ore da Kollam ad Alappuzha. Con una crociera più breve da Alappuzha a Kottayam e Changanassery.

Il Kerala è una regione dalle forti tradizioni culturali, forse l’unico luogo al mondo dove l'Ayurveda è praticata con assoluta autenticità e dedizione. Questo antico sistema olistico è un metodo naturale per ottenere salute e longevità grazie a massaggi con oli, bagni medicamentosi, diete di erbe, meditazione e yoga che rivitalizzano il corpo, la mente e l’anima.

Condividi!