Giordania Geografia

Giordania Geografia e Ambiente. La Giordania una nazione unica, con un territorio variegato che comprende deserti e oasi, colline verdi e fertili, incredibili canyon naturali, la depressione del Mar Morto e il golfo di Aqaba nel Mar Rosso .Oltre a incredibili tesori archeologici come la città di Petra.

Nel suo complesso il territorio giordano presenta seminativo e arativo per il 14%, con pochi prati e pascoli. Mentre la superficie boschiva è dell'1,5% e il resto incolto e improduttivo. Foreste non ce ne sono, si trovano soltanto boscaglie con piante xerofile, cioè che vivono bene nei climi caldi e asciutti.

Giordania Geografia e Territorio

Il territorio della Giordania è nel suo insieme un altopiano, con un'altezza media intorno ai 1.000 metri. E' delimitato a nord e a sud da montagne, e che invece va abbassandosi ai margini ovest ed est. Infatti nella parte occidentale il livello del terreno precipita verso la depressione della valle del Giordano mentre verso est digrada nel deserto dell'Iraq e dell'Arabia Saudita.

Monti della Giordania

I monti che si innalzano ai limiti nord di questo altopiano, lungo il confine con la Siria, sono: il Tulul el-Ashaqif (poco oltre i 1.000 metri) a est, il Tell Rimah (oltre 1200 metri) e il Jebel Ailun, a ovest con i suoi 1250 metri di altezza. A sud invece il limite è segnato dalle cime del Jebel Ram (1545 metri), del Jebel al-Batra (1555 metri) e del Jebel Harun (1336 metri).

La depressione del Mar Morto

Inoltre nella parte occidentale è attraversato da due linee di frattura della crosta terrestre (dette faglie) parallele tra di loro che da nord, dal confine con il Libano e con la Siria, si dirigono a sud verso il golfo di Aqaba. La zona compresa tra queste due linee corrisponde alla valle del Giordano. Il movimento e lo slittamento della terra lungo queste faglie, ha causato in tempi remotissimi, lo sprofondamento al di sotto del livello del terreno circostante di tutta la zona dove scorre il fiume Giordano, e che perciò rimane ancorata al resto del territorio solo nella sua parte settentrionale.

Questo abbassamento ha il suo culmine nella depressione del Mar Morto. Si tratta di bacino idrico lungo 80 km, largo 18, con 900 kmq di superficie e una salinità elevatissima. Dal punto di vista geologico tutta questa zona può essere considerata come la continuazione della grande fossa tettonica dell'Africa e del Medio Oriente. La Giordania occupa un territorio di circa 97.000 kmq di superficie, meno di 1/3 di quello italiano, gran parte esteso nella parte ovest della Transgiordania.

Fiume Giordano

In questo tipo di territorio i fiumi sono molto scarsi. C'è il fiume Giordano che oltrepassato il confine con la Siria, prosegue il suo corso in Giordania per 134 km. Arriva da nord e sfocia nel Mar Morto a 394 metri sotto il livello del mare, con concentrazione salina elevata e scarsa vegetazione. Il suo regime d'acqua pur non essendo costante tra una stagione e l'altra, rimane perenne ed è sfruttato naturalmente per uso agricolo. Fra gli affluenti del Giordano da ricordare ci sono lo Yarmuk al confine con la Siria e il Nahr es-Zarqa, che bagna Amman. Per il resto si tratta di corsi d'acqua temporanei e limitati al periodo delle piogge, chiamati wuidan.

Laghi

L'unico lago della Giordania è il Mar Morto, esistono altre depressioni ma senz'acqua. La morfologia della regione però ricorda come il clima della regione un tempo dovesse essere diverso. In particolare ricoperto da una vegetazione ricca e rigogliosa, e abitata da animali esotici. A testimonianza di ciò troviamo ad esempio i mosaici di Madaba. Il territorio inciso da profonde valli rivela la presenza nei tempi passati di fiumi e di corsi d'acqua impetuosi.

Giordania Geografia Regioni

Geograficamente è possibile individuare tre regioni:

Valle del Giordano

La Valle del Giordano, fertile e pianeggiante, va dal confine siriano fino al golfo di Aqaba. E' attraversata dal fiume Giordano che nasce dal monte Hermon, in Libano e precisamente nella catena dell'Antilibano. Dopo aver formato il lago di Tiberiade in Israele (-212 metri) si getta nel Mar Morto (-395 metri) dopo 350 km. Fa inoltre da confine tra la Cisgiordania e la Transgiordania. A sud del Mar Morto la depressione continua nella valle del Wadi Araba fino ad Aqaba e al mare. Il clima è terribilmente caldo in estate e senza ventilazione, è invece mite in inverno.

East Bank

East Bank, cioè la regione ad est del Giordano, un altopiano prevalentemente desertico, che comprende la zona in cui sorgono le principali città e risiede il maggior numero di abitanti (Amman, Irbid, Zarqa e Kerak). Nonché le storiche località di Gerasa, Madaba e Petra. Ha un clima caldo in estate e freddo in inverno, periodo in cui a volte compare la neve sia ad Amman sia a Petra.

Deserto a est

Il deserto a est che arriva fino ai confini con la Siria, l'Iraq e l'Arabia Saudita. A nord, verso il confine siriano, è caratterizzato da campi di lava costituiti da rocce basaltiche. Mentre a sud diventa un deserto sabbioso da cui si innalzano fantastiche rocce di granito come si ammirano al Wadi Rum o nella zona attorno a Petra. Le temperature sono molto elevate in estate, anche se il caldo è secco e quindi più sopportabile. Anche d'inverno a causa dei venti freddi il clima è abbastanza duro. Scarsissime le precipitazioni.

Giordania Geografia e Clima

Il periodo migliore per visitare la Giordania è la primavera. Da aprile a giugno la temperatura è mite e il cielo è terso e pulito. Altrettanto buono è l'autunno. Le temperature variano notevolmente tra nord e sud e da una stagione all'altra. Amman gode di un clima mediterraneo con estati calde e secche. Ad Amman gli inverni sono freddi, anche con la comparsa della neve. Aqaba invece, ha un clima temperato d'inverno, ma molto caldo d'estate. Le temperature arrivano ai 40°C di giorno, ma rinfrescano di notte fino 20 °C.

Condividi!