Benin, le maschere Egungun e Zangbeto

Benin, le maschere Egun e Zangbeto

Maschere Zagbeto e Egungun. Culture dell'Africa Occidentale, Ghana Togo e Benin. Religione e festival.

Zangbeto

Festa tradizionale della popolazione Fon nel sud del Benin.
Grande maschera coperta di paglia colorata, Zangbeto rappresenta gli spiriti non umani, le forze della natura e della notte che hanno abitato la terra prima ancora dell'uomo. I portatori delle maschere, che conservano un'identità indipendente, avente vita propria, appartengono a una società segreta e la loro identità è sconosciuta ai non iniziati.

L'uscita di Zangbeto è una gran festa per il villaggio, che si propizia la protezione degli spiriti e tiene lontane le presenze minacciose. Il roteare della maschera simbolizza l'operazione di pulizia spirituale che Zangbeto produce nel villaggio e l'esecuzione di "miracoli" garantisce che la sua presenza onnipotente è davvero efficace.

Egungun

Festa tradizionale delle popolazioni Fon e Yoruba nel sud del Benin.

Le maschere Egungun rappresentano gli spiriti dei defunti. Di fatto, secondo la popolazione locale, "sono" i defunti. Gli uomini che rappresentano Egungun sono sempre degli iniziati. Arrivano dalla boscaglia indossando vestiti colorati e brillanti, e sfilano nelle vie del villaggio lanciandosi repentinamente all'inseguimento dei curiosi e incauti spettatori.

Attenzione a non farsi toccare da Egungun, rappresenta pericolo di morte. Quando irrompe sulla scena, si assiste a una specie di corrida che suscita paura, ma anche molta ilarità. In alcuni casi coloro che sono raggiunti dalle maschere "perdono i sensi" ma si rialzano ben presto.

Condividi!