Viaggio di Nozze Peru Galapagos Nardelli Leto

Lista Nozze : Nardelli Leto
Tipologia tour : viaggio individuale con le più interessanti località archeologiche e naturalistiche del Perù e soggiorno alle Isole Galapagos.
Durata : 17 giorni / 15 notti
Data partenza : 27 luglio 2012.

 

 

Introduzione : Viaggio consigliato a chi vuole visitare le più importanti attrazioni turistiche del Perù e l’arcipelago delle Isole Galapagos. In Perù si potranno ammirare siti archeologici, città coloniali e preincaiche, tradizioni e aspetti naturali delle Ande. La città coloniale di Arequipa, Puno e il lago Titicaca, le testimonianze della civiltà incas di Cusco e Machu Picchu, tutto circondato dalle vette della catena delle Ande e dai coloratissimi mercati degli indios. L’itinerario prosegue con una estensione alle Isole Galapagos dove si ha la possibilità di ammirare l’arcipelago pernottando nelle isole abitate di Santa Cruz e Isabella. Le Isole Galapagos sono un viaggio nel viaggio, un arcipelago di origine vulcanica dove il tempo sembra essersi fermato, la sensazione che si respira camminando circondati dagli animali lungo i sentieri delle isole, rimane difficile da descrivere.


1° giorno, 28 luglio : Italia - Volo – Lima
Arrivo all'aeroporto internazionale di Lima, ricevimento da parte del nostro personale parlante italiano e trasferimento in hotel. Pernottamento in hotel.
Pasti : -/-/-

2° giorno, 29 luglio : Lima city tour
Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della città di Lima, città patrimonio UNESCO. Conosciuta anche come la “Città dei Re”, Lima è una delle più importante capitali del Sudamerica con un mix di architettura coloniale e moderna. Si inizia con la piazza principale, Plaza de Armas testimone non solo della fondazione da parte degli Spagnoli, da Francisco Pizarro nel 1535, ma anche dei movimenti di indipendenza del Peru. Visita alla Cattedrale, costruita dagli Spagnoli in stile barocco nel XVII secolo, al Palazzo del Governo, dove ogni giorno si svolge il cambio della guardia, alla Chiesa di San Francesco, e al termine si visiterà il quartiere moderno di Miraflores, centro amministrativo e finanziario di Lima. Pranzo in ristorante locale. Visita del museo Larco Herrera che ospita una grande collezione d’oro, argento e ceramiche del periodo precolombiano. Rientro in hotel. Cena libera e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/-

3° giorno, 30 luglio : Lima – Volo – Arequipa (1ora 25min)
Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto e volo per Arequipa, città patrimonio UNESCO. Arrivo e visita della città conosciuta come “città bianca”, ricca di edifici in stile spagnolo e chiese costruite nella tipica pietra bianca. Visita del tranquillo quartiere di Chilina, con vista sulle antiche colture a terrazzamenti; il pittoresco e superbo quartiere di Yanahuara; si prosegue verso la Plaza de Armas circondata da belle arcate; la Cattedrale. Costruita nel XIX, la chiesa della Compagnia e i suoi chiostri, considerati l'espressione perfetta dell'architettura religiosa del XVII. Successivamente visita del celebre convento di Santa Catalina, unico al mondo, con le sue viuzze e piazze, tutte portano un nome spagnolo. Questo monumento dove hanno vissuto le religiose spagnole per parecchi secoli, è stato aperto al pubblico solo nel 1970. E' una vera e propria cittadella all'interno della città di Arequipa. Visita del Museo di Juanita, la famosa mummia ritrovata nei pressi del vulcano Misti, a quota 6.000 metri. Pranzo e cena liberi. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/-

4° giorno, 31 luglio : Arequipa – Puno 
Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto e volo per Puno.Arrivo a Puno e trasferimento in hotel. Pomeriggio a disposizione per acclimatarsi all’altitudine. Cena libera. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/-

5° giorno, 1 agosto : Puno – Lago Titicaca - Puno
Prima colazione. Escursione in barca sul lago Titicaca. La leggenda racconta che dalle sue acque sono emersi Mama Occlo e Manco Capac fondatori dell'impero Inca. La prima sosta è sulle Isole Flottanti degli Uros, indigeni il cui modo di vita e tradizioni hanno sempre attirato la curiosità dei visitatori. Chiamati anche tribù dell’acqua, vivono su isole di canna di totora, materiale che utilizzano anche per le loro case e le loro imbarcazioni. Al mercato di Puno gli Uros scambiano il pesce con carne e prodotti agricoli. Passeggiata sul tipico battello di totora degli Uros. Si prosegue poi per l'Isola di Taquile. Dall'alto dell'Isola di Taquile sarete sorpresi dal meraviglioso spettacolo che vi si presenterà: il Lago Titicaca e le montagne che lo circondano. Scoperta e incontro con gli abitanti dell'isola, gli indigeni quechua, che sono degli eccellenti tessitori. Pranzo in ristorante della comunità a Taquile. Tempo a disposizione sull'isola. Rientro a Puno. Cena libera e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/-

6° giorno, 2 agosto : Puno – Cusco (389Km, 8ore)
Prima colazione. Partenza in bus di linea verso Cuzco (circa 8 ore di tragitto). La bellezza del paesaggio è unica, passando dall'altopiano alle Ande e attraversando numerosi villaggi caratteristici. Durante il percorso il bus effettuerà delle fermate per le visite di Pucara, Racchi, dove sarà possibile ammirare antiche rovine Huari e il bel tempio di Huiracocha e un’ultima fermata ad Andahuayllas, dove si trova l’impressionante cappella conosciuta come “la piccola Sistina”. Il punto più elevato che si attraversa è La Raya (4000 metri di altitudine) che segna il limite tra la zona andina e quella dell'altopiano. Pranzo in ristorante locale durante il tragitto. Arrivo in serata a Cusco, il cui nome in lingua quechua significa 'l'ombelico del mondo'. Sistemazione in hotel. Cena libera. Pernottamento.
Pasti : C/P/-

7° giorno, 3 agosto : Cusco - Pisac (32Km, 45min) - Ollantaytambo - Chinchero - Cusco (30Km, 40min)
Prima colazione. Partenza per Pisac e visita al suo mercato che si tiene solo Martedì, Giovedì e Domenica: Qui si potranno acquistare dei bellissimi ponchos, maglioni e coperte in lana di alpaca. Gli abitanti vengono al mercato indossando i loro abiti tradizionali come sempre coloratissimi. Degustazione delle tipiche “empanadas”. Pranzo in ristorante. Continuazione per Ollantaytambo e visita dell'imponente fortezza che proteggeva l'entrata alla Valle Sacra. Successivamente partenza per Chinchero. La caratteristica cittadina di Chinchero la Domenica ospita un mercato ancora autentico, inoltre da questo villaggio si gode una vista spettacolare sulle montagne della Valle Sacra. Rientro a Cusco. Cena libera. Pernottamento.
Pasti : C/P/-

8° giorno, 4 agosto : Cusco - Machu Picchu - Cusco (115Km, 3ore 35min solo andata)
Prima colazione. Giornata dedicata alla visita del complesso archeologico di Machu Picchu, sito archeologico patrimonio UNESCO. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Poroy per prendere il treno per Machu Picchu. Il viaggio si svolge lungo la Valle Urubamba (la valle Sacra degli Incas) fino a raggiungere le rovine maestose di Machu Picchu, “la città perduta degli Inca” scoperta nel 1911 dall'antropologo americano Hiram Bingham. Le rovine si trovano sulla cima del Machu Picchu (montagna vecchia) e ai piedi del Huayana Picchu (montagna giovane), circondate dai fiumi Urubamba e Vilcanota. Visita guidata della cittadella. Pranzo libero. Rientro in treno fino alla stazione di Poroy e proseguimento con trasporto privato per Cusco. Cena libera. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/-

9° giorno, 5 agosto : Cusco city tour
Prima colazione. Inizio della visita di Cuzco, città patrimonio UNESCO. Inizio con la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero; la cattedrale del XVII e Koricancha, celebre tempio dei templi. Successivamente visita delle rovine: l'anfiteatro di Kenko, tempio religioso di forma complessa, Puka Pukara (la fortezza rossa) costruita dagli Inca e composta da scalinate e terrazzamenti. Tambomachay chiamato anche "bagno dell'inca" con le sue acque; Sacsayhuaman, la ciclopica fortezza che difendeva Cuzco. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione. Cena libera. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/-

10° giorno, 6 agosto : Cusco – Volo – Lima (1ora 5min) - Volo – Guayaquil
Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto e volo per Lima. Coincidenza con il volo per Guayaquil. Arrivo a Guayaquil e trasferimento in hotel. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/-

11° giorno, 7 agosto : Guayaquil – Volo - Galapagos - Isola di Santa Cruz – Isabela
Prima colazione. Trasferimento per l'aeroporto, assistenza nelle formalità d'imbarco per il volo per Galapagos. Volo per Galapagos. All'arrivo all’aeroporto di  Baltra, ricevimento e trasferimento allo stretto di Itabaca (5 minuti) traversata in ferry all'isola di Santa Cruz (10 minuti). Da qua si prosegue in auto privata fino alla cittadina di Puerto Ayora. Arrivo verso le 11.30. Pranzo in un ristorante locale. Imbarco sulla barca veloce pubblica per il trasferimento all’Isola Isabela. Circa due ore e mezzo di tragitto. Arrivo a Isabela e trasferimento in hotel. Breve visita alla vicina laguna dei fenicotteri. Rientro in hotel, tempo a disposizione. Cena e pernottamento.
Pasti : -/P/C

12° giorno, 8 agosto : Isabela - Vulcano Sierra Negra
Sveglia alle 6:30 AM. Colazione e partenza per il vulcano Sierra Negra alle h 8.00.
Si attraversa una zona di fitta vegetazione per poi arrivare fino a dove la strada termina. Da qui si prosegue a piedi o volendo a cavallo. Il cratere del Vulcano Sierra Negra è il secondo più ampio dei vulcani attivi nel mondo.
Si raggiunge il cratere in circa 45 minuti. Il panorama è incredibile. Si prosegue lungo la cresta del cratere fino ad un punto in cui si lasciano i cavalli. Il cratere ha un diametro di circa 8 Km. Si continua a piedi fino al Vulcano Chico. Qui si entra in contatto con l’ultima colata vulcanica camminando in mezzo alla lava. Il percorso non è facile e necessita di una minima preparazione fisica. Indispensabili scarpe da trekking leggere o scarpe da ginnastica con suola rigida.
Il paesaggio è lunare, con piccoli crateri a volte ancora fumanti, colate laviche fresche rosse e gialle, e una vista incredibile su tutta l’isola, il mare, ed i vulcani al nord di Isabela.
Si torna ai cavalli per poi scendere alle auto e rientrare in hotel. Box lunch sul vulcano. L’arrivo in hotel è previsto per le 14:30.
Pomeriggio a disposizione per relax in spiaggia o per passeggiate a piacere.
Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

13° giorno, 9 agosto : Isabela
Sveglia alle h 06:30. Colazione alle h 8:00 e partenza per il tour. Dopo 10 minuti di auto ci si trova già fuori dal paese tra bellissime spiagge di sabbia bianca contornate da palme. Qui si trova Long Beach, un’interminabile striscia di sabbia bianca. La strada si snoda tra una fitta vegetazione e scorci sul mare. Giunti ad una collina panoramica ci si ferma per salire ad un “mirador” del Cerro Ochilla e godersi lo spettacolo. Proseguendo non ci si deve meravigliare se si incontrano iguane che prendono tranquillamente il sole sui lati della strada. Si visiterà il muro delle lacrime, un’alta muraglia costruita anticamente dagli ergastolani che vivevano sull’isola. Si vedranno lucertole e tantissime specie di uccelli ed una guida vi aiuterà ad identificarli. Ritornando indietro si visita l’Interpretation centre, centro dove si trovano tartarughe giganti. Il rientro in hotel è previsto per le ore 11:00. Pranzo in hotel
Nel pomeriggio , circa alle h 14:30 partenza per la visita de las Tintoretas e Bay Tour.
Breve trasferimento in barca veloce nella zona della Tintoera. Lungo il tragitto s’incontrano sulla costa, pellicani, pinguini e sule dalle zampe azzurre.
Si sbarca poi per una passeggiata in mezzo alla lava  vulcanica dove prendono il sole le iguane. In un anfratto dove la marea fa entrare ed uscire l'acqua formando un piccolo fiume, riposano gli squali. Lo squalo è un pesce che normalmente non può stare a lungo senza muoversi; qui trova l'habitat ideale per fermarsi a riposare. Da un piccolo belvedere si vedono da vicino gli squali che sonnecchiano sul fondale. Si rientra poi al molo. Da qui si può fare snorkeling con possibilità di nuotare con le otarie, pinguini, squali e tartarughe marine. In alternativa, sempre vicino al molo, c'è un sentiero che si aggira tra le grandi mangrovie da dove si vedono le otarie che salgono sulle barche ormeggiate per prendere il sole.
Rientro in hotel. Tempo per relax. Splendidi tramonti sulla spiaggia. Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

14° giorno, 10 agosto  : Isabela – Santa Cruz - Stazione di ricerca Charles Darwin
Di prima mattina trasferimento al molo e partenza per l’Isola di Santa Cruz con la barca pubblica. (circa 2 ore e 30). Arrivo e prima colazione. Partenza per la visita della parte alta dell’Isola con i suoi crateri gemelli. Due grandi buchi circolari simili a crateri. All'inizio si pensava che fossero due crateri, in seguito si è scoperto che si tratta di due collassamenti della crosta terrestre. La lava che ha provato ad uscire all'esterno, senza riuscirci, ha formato due grosse bolle d'aria nel sottosuolo. In seguito la crosta terrestre, con il peso della vegetazione è collassata formando questi grossi buchi simili a crateri. La vegetazione circostante è lussureggiante e piena di uccelli endemici.
Si prosegue per la visita di una fattoria dove assieme alle mucche d’allevamento, vivono allo stato libero le tartarughe giganti. Breve passeggiata nella fattoria. In gran parte delle isole le tartarughe erano quasi estinte. I marinai delle navi di passaggio le raccoglievano per avere a bordo carne fresca. Infatti le tartarughe possono vivere molto tempo senza mangiare e senza bere. Ora  dopo la dichiarazione del Parco Nazionale Galapagos, gli addetti al parco le allevano nella stazione Charles Darwin fino a tre anni per poi lasciarle libere.
Questi allevamenti servono per far si che i nuovi predatori introdotti dall’uomo, soprattutto i cani e gatti selvatici, le mangino quando sono ancora piccole e con il guscio tenero. In realtà uno dei più grandi problemi delle Galapagos non è tanto il turismo, quanto la presenza sulle isole di animali non endemici. Le specie endemiche si sono trovate improvvisamente a competere sul territorio con altri animali sconosciuti e contro i quali non avevano sviluppato nessun tipo di difesa. Così facendo la popolazione delle tartarughe è tornata ad essere numerosa. La vostra guida vi spiegherà nei dettagli tutte le attività che i ricercatori del parco stanno facendo per mantenere questo paradiso.
Visita della stazione Darwin. Nel 1835 Charles Darwin, allora un giovane naturalista, approdò alle Galápagos a bordo del brigantino Beagle capitanato da Robert Fitzroy, che aveva il compito di realizzare una carta dettagliata delle coste del Sud America. Darwin usò le osservazioni fatte alle Galápagos per sviluppare e confermare le sue idee sull'evoluzione delle specie. Nel XX secolo le isole furono meta di molti scienziati da tutto il mondo, Nel 1959 il governo ecuadoriano dichiarò parco nazionale tutte le zone non abitate e venne fondato il Centro di ricerca Charles Darwin a Santa Cruz. Il turismo iniziò negli anni Settanta con l'arrivo di un veliero con 58 passeggeri.
La stazione di ricerca Charles Darwin conduce e promuove la ricerca scientifica alle Galápagos per offrire informazioni e assistenza tecnica agli uffici amministrativi del Parco Nazionale e del governo. Organizza inoltre iniziative di educazione ambientale rivolte alle comunità locali, alle scuole e ai visitatori che ogni anno giungono sulle isole.
Gli studenti universitari ecuadoriani, attraverso programmi formativi e di volontariato, apprendono e sperimentano direttamente sul campo i principi della ricerca scientifica, dell'educazione all'ambiente e della conservazione. Scienziati provenienti da tutto il mondo vengono alle Galápagos per svolgere ricerche in una grande varietà di campi. La stazione di ricerca ha un team di circa 200, tra scienziati, educatori, volontari e giovani ricercatori, che offrono un supporto a staff internazionali. Le informazioni fornite agli uffici amministrativi del Parco sono utilizzate per ottimizzare i programmi di conservazione degli ambienti terrestri e marini. I lavori scientifici sono anche pubblicati su riviste scientifiche internazionali e in bollettini interni, e vengono resi accessibili per i visitatori e riadattati per i progetti di educazione ambientale.
Dopo la visita tempo a disposizione per fare shopping a Puerto Ayora, nella Charles Darwin Avenue dove si potrà ammirare uno dei più pittoreschi mercati del pesce esistenti al mondo. I cuccioli di otarie, i pellicani ed altri uccelli sostano vicino ai pescatori aspettando la propria razione di pesce… uno spettacolo impagabile.
Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

15° giorno, 11 agosto : Tour giornaliero Floreana
Dopo la prima colazione trasferimento al porto e partenza per Floreana. Dopo circa 2h30 arrivo e sbarco sull'Isola. La prima visita sarà a "la Loberia" una spiaggia dove vive una colonia di otarie. Qui sarà possibile fare snorkeling tra i cuccioli di otarie, tartarughe, razze e pesci tropicali. Partenza per le alture di Floreana, mentre una guida naturista vi fornirà le informazioni sulla storia di quest'isola. Camminando si raggiunge l'Asilo della pace, dove si trova la fonte che era stata un'attrattiva per i pirati, per i balenieri ed in seguito per i primi abitanti di Floreana. La vostra guida vi narrerà la storia degli abitanti delle Galapagos che per primi arrivarono su quest'isola. Lungo il percorso sarà possibile visitare una colonia di tartarughe giganti. Pranzo. Rientro a Santa Cruz in barca. Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

16° giorno, 12 agosto : Santa Cruz – Volo – Guayaquil
Prima colazione. Trasferimento privato al canale di Itabaca, attraversamento del canale e trasferimento in aeroporto. L’orario del trasferimento dipenderà dall’operativo del volo. Arrivo all'aeroporto, assistenza nelle formalità d'imbarco per il volo internazionale in partenza per l'Italia. Pernottamento a bordo.
Pasti : C/-/-

17° giorno, 13 agosto : Italia
Arrivo in Italia previsto in mattinata.
Pasti : C/-/-

 

Dove sono i vostri amici

peru_lima peru_titicaca peru_macchu_pichu peru_cusco_mercato galapagos_tartaruga galapagos_flower_in_floreana
Lima Puno Machu Picchu Cusco Isabela Floreana
29 luglio 1 agosto 4 agosto 5 agosto 7 agosto 11 agosto

 

Dati Bancari per il Bonifico

 

NBTS Viaggi srl
via Vespucci 9, 10128 Torino
c/o Banca Sella filiale Corso Sommelier, Torino
IBAN : IT52S0326801007052962629510
CAUSALE : Lista Nozze Paci Romani

Stato della lista Nozze : Chiusa

                                                                                                                                          
5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 55% 60% 65% 70% 75% 80% 85% 90% 95% 100%


Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.