Cucina Etnica Sudan

Il Sudan ha una tradizione molto variopinta. Il paese che è un'Africa in miniatura con deserti sabbiosi a foreste tropicali, comprende circa 600 tribù differenti accomunate dalla lingua araba. In più, il Sudan è stato colonizzato da francesi, inglesi ed italiani, quindi anche la sua cucina è una miscela delle diverse tradizioni che hanno influenzato la sua storia.



Shorbet Ads (Zuppa di lenticchie)

Ingredienti:
- 2 cipolle
- 1 pomodoro
- 1 carota
- 2 tazze di ads magroosh (lenticchie rosse essiccate)
- 2 litri di brodo di pollo
- 1 cipolla tritata
- 2 cucchiai d'olio d'oliva
- 2 cucchiai di succo di limone
- 2 cucchiaini di cumino, sale e pepe

Preparazione : Tagliate le cipolle, il pomodoro e la carota in pezzi non troppo piccoli. Lavate le lenticchie con cura. Poi mettete il brodo di pollo in una pentola e portatelo ad ebollizione. Quando bolle, aggiungete l verdura e le lenticchie. Abbassate il fuoco e lasciate cuocere per 1-2 ore, o finché le lenticchie non siano tenere. Frullate il tutto. Poi fate un soffritto delle cipolle tritate nell'olio finché bruniscono. Aggiungete il cumino, il succo di limone, sale e pepe alla zuppa e mescolate lentamente su fuoco lento per circa tre minuti. Volendo, si può spremere sulla zuppa del limone.



Tamayya (hamburger verdi)

Conosciute in Medio Oriente anche come falafel, le tamayya sono delle polpettine di verdure mescolate con erbe fresche e fave essiccate. Molto amate a qualsiasi ora della giornata in mezzo ai panini, i tamayya vengono mangiate anche con insalata, fave, melanzane fritte, patate, insalata di tahina.

Ingredienti per 8 persone:
- 2 tazze di fave essiccate (fool madshoosh)
- 1/4 di tazza di aneto tritato
- 1/4 di tazza di coriandolo tritato
- ½ tazza di prezzemolo tritato
- 1 tazza di porri tritati
- ½ tazza di cipolla tritata (1 cipolla piccola)
- 2 cucchiai di aglio tritato
- 1 e ½ -2 cucchiaini di sale
- pepe q.b.
- 1 cucchiaino di polvere di coriandolo
- peperoncino q.b.
- semi di sesamo
- olio

Preparazione : Risciacquate le fave in una terrina ampia con abbondante acqua varie volte, finché l'acqua è completamente pulita. Poi coprite le fave con acqua, chiudete la terrina e lasciate a bagno il tutto per 2 o 3 giorni. Lavate e asciugate le erbe. Togliete le parti dure dei gambi e tritate le foglie e i gambi teneri. Lavate i porri e tritateli tutti, anche il gambo verde. Scolate le fave e macinatele molto fini. Poi mettetele in una terrina e tenetele da parte. Frullate anche le erbe, le cipolle e l'aglio in modo da amal-gamarli bene. Aggiungete le fave e frullate finché il composto non diventa verde.
Mettete il composto in una terrina, aggiungete le spezie e un pizzico di bicarbonato e mescolate bene. Coprite la terrina e lasciate riposare per almeno 30 minuti, meglio 1 ora. Scaldate una padella di media grandezza, poi aggiungete l'olio e quando è ben caldo abbassate il fuoco lentamente. Per fare le polpette, prendete un cucchiaio largo da minestra, riempitelo di impasto e premetelo. Cospargete di semi di sesamo e poi spingetelo fuori dal cucchiaio direttamente nell'olio caldo. Friggete per 2-3 minuti o comunque finché diventa scuro, poi girate la polpetta e friggetela per altri 2-3 minuti. Togliete le polpette dall'olio e mettetela su della carta per togliere bene l'olio.

 

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.