Tour: Mongolia la terra dal cielo blu

Tipologia : viaggio culturale ed ecoturistico del centro nord della Mongolia con i resti dell’antica capitale Karakorum, il lago Khövsgöl, templi buddisti, parchi e riserve naturali.
Durata : 13 gg / 11 notti

Codice : MOTC1302
Partenze individuali : tutti i giorni, minimo 2 persone.
Partenze di gruppo : non effettuate, tuttavia possiamo fornire il viaggio a gruppi precostituiti.
Stagionalità : la stagione turistica va da giugno a settembre; da ottobre le temperature iniziano a scendere sotto lo zero per arrivare nei mesi di gennaio e febbraio ai -40 °C.

 

 

 

Introduzione : Questo itinerario di due settimane permette di visitare il centro nord del paese, esplorando le montagne di Forest-Khangai nella Mongolia Centrale. Durante il circuito effettuato interamente in fuoristrada, sono previsti pernottamenti nei caratteristici campi turistici di Gher, le tipiche tende mongole di forma circolare usate ancora oggi dai nomadi della Mongolia. Si parte con la scoperta della capitale Ulaanbaatar attraverso i suoi musei e monasteri, si lascia poi la città viaggiando in direzione nord per attraversare infinite steppe dove la natura domina incontrastata. La prima visita è dedicata al Monastero di Amarbaysagalant, il più antico e meglio conservato del paese. Si prosegue con il Vulcano Uran Togoo e il Lago Khövsgöl, un enorme lago circondato da montagne coperte da lussureggianti foreste verdi, dove vive l'etnia degli Tsaatan, gli uomini renna. Dopo una piacevole sosta alle terme di Tsenkher il viaggio continua con la visita di Karakorum, l’antica capitale ai tempi di Gengis Khan e il monastero Buddista di Erdene Zuu. Prima del rientro nella capitale sosta al Parco Nazionale Khustai, dove è stato reintrodotto il cavallo selvaggio mongolo di razza Takhi. Un viaggio adatto a chi vuole scoprire il paese nei suoi vari aspetti e che vi farà conoscere le tradizioni e l’ospitalità del popolo mongolo.

1° giorno : Italia – Volo
Partenza dall'Italia con volo di linea per Ulaanbaatar. Pernottamento a bordo.
Pasti : C/P/C

2° giorno : Arrivo a Ulaanbaatar – City tour
Arrivo all'aeroporto Gengis Khan di Ulaanbaatar, assistenza del nostro personale e trasferimento in hotel. Dopo un breve riposo dal viaggio è prevista la visita della città di Ulaanbaatar. Il city tour della città inizia da Piazza Chinggis Square, la piazza centrale della capitale, il cui nome è stato cambiato nel 2013 in onore del padre fondatore della nazione mongola. Al centro della piazza si trova una statua equestre di Damdin Sükhbaatar, uno dei leader della rivoluzione Mongola del 1921, mentre sul lato nord della piazza di fronte al Saaral Ordon, il Palazzo del Governo, si trova un grande monumento colonnato di Genghis Khan, con ai lati le statue di Ögödei e Kublai Khan. Molto interessante è il Museo di Storia (National History Museum), dove si potrà conoscere lo sviluppo della storia umana nelle terre mongole ed i costumi tradizionali delle varie etnie locali. Si prosegue con la visita del Gandan Khiid, uno dei più importanti monasteri della Mongolia dove venne ospitato il tredicesimo Dalai Lama durante la sua permanenza in Mongolia nel 1904. All’interno del monastero spicca il Migjid Janraisig Süm, un magnifico edificio che contiene l’enorme statua di Migjid Janraisig, il dio protettore del paese. Al termine della visita si sale a bordo degli automezzi per raggiungere la località di Zaisan, una collina da dove si gode un bellissimo panorama della città e dei dintorni. Rientro in hotel. In serata prima della cena è previsto uno spettacolo folcloristico per scoprire le tradizioni di questo leggendario paese attraverso la musica, la danza e il canto tradizionale della Mongolia accompagnati dalle dolci melodie del "Morin khuur", leggendario strumento a corde mongolo. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.
Pasti : -/P/C

3° giorno : Ulaanbaatar – Monastero Amarbayasgalant
Dopo la colazione partenza in direzione Nord per raggiungere il monastero Amarbayasgalant, che rientra nella lista dei siti protetti dall’UNESCO ed è considerato il monastero più bello e meglio preservato del paese. Visita al monastero che venne costruito tra il 1727 e il 1737 in stile cinese, dove all’interno si trova anche la tomba del grande scultore buddista mongolo Zanabazar, il cui corpo venne portato qui nel 1779. Attualmente il monastero è abitato da circa 50 monaci, ed è possibile visitare alcune sale e salire sui tetti, dai quali si può ammirare uno splendido panorama sulla vallata. La principale caratteristica che rende sorprendente questo monastero è l’architettura del tempio completamente priva di chiodi di ferro, tutto è costruito grazie ad un incastro di blocchi di legno. Al termine della visita si prosegue verso il campo. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

4° giorno : Monastero Amarbayasgalant – Erdenet - Vulcano Uran Togoo
Colazione al campo. In mattinata partenza in direzione del vulcano Uraan Togoo. Durante il tragitto si attraversa la città di Erdenet, che venne costruita secondo un progetto sovietico degli anni ’70 per ospitare i minatori delle miniere di rame. La miniera di rame di Erdenet gioca un ruolo importante nell’economia mongola e costituisce circa il 30% del GDP annuale (Prodotto Interno Lordo). In serata arrivo al campo situato nei pressi del Uran Togoo, è uno dei vulcani quiescenti più antichi della Mongolia. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

5° giorno : Vulcano Uran Togoo – Lago Khövsgöl
Colazione al campo. Oggi è previsto il trasferimento al lago Khövsgöl, circondato da alte montagne con vette di 3000 metri, ricoperte di foreste di pini, pioppi, betulle, che rendono magnifico il paesaggio. Questo è il più grande lago della Mongolia, e conserva il 2% delle riserve di acqua dolce mondiale, copre una superficie di circa 2.760 kmq, è lungo 134 km, largo 39 km e profondo 262 m, è alimentato da 90 fiumi con un solo emissario che confluisce nel fiume Selenge Gol per finire nel Lago Baikal. Le sue acque sono ricche di pesci e lungo le sue sponde vivono stambecchi, orsi, alci e numerose specie di uccelli. Per proteggere il lago e la natura circostante, nel 1992 è stato creato il Parco Nazionale Khovsgol Nuur. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

6° giorno : Lago Khövsgöl – Tsaatan, gli uomini renna
Colazione al campo. Giornata dedicata ad escursioni per osservare la flora e la fauna attorno al lago. Questa regione è caratterizzata dall’ambiente naturale della taiga e ci vivono le etnie dei darkhad, dei buryats e degli tsaatan. Questi ultimi sono conosciuti con l’appellativo di Uomini Renna, in quanto vivono in simbiosi con questi animali che allevano e da cui traggono il loro sostentamento. Praticano antichi culti sciamanici che si sono riscontrati anche in alcune zone della Siberia, della Groenlandia e del Canada. Le tribù sono nomadi, vivono in luoghi quasi inaccessibili e si spostano in base alle stagioni. Visita ad una tribù Tsaatan situata a circa 50 km del campo che si raggiunge con circa due ore e mezza di trasferimento, dove vivono pastori di renne e sciamani. Rientro al campo, cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

7° giorno : Lago Khövsgöl – Murun - Lago Zuun
Colazione al campo. In mattinata partenza in direzione della città di Murun. All’arrivo visita al Mercato locale (Black Market), il secondo della Mongolia per importanza dopo quello di Ulaanbaatar. Proseguimento del viaggio per raggiungere il lago Zuun. All’arrivo è prevista una camminata intorno al lago. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

8° giorno : Lago Zuun – Parco Nazionale Khorgo
Colazione al campo. In mattinata partenza in direzione del Parco Nazionale Khorgo. All’arrivo è prevista una camminata alla scoperta del Parco Nazionale Khorgo. Arrivo al campo e partenza per un’escursione al Lago Bianco, anche conosciuto come Terkhiin Tsagaan Nuur, un lago di acqua dolce circondato da crateri di vulcani spenti e a situato sopra i 2.000 metri di altitudine. La zona intorno al lago è stata inclusa nella lista dei siti protetti della Mongolia dal 1965 e fa attualmente parte del "Parco Nazionale Horgo-Tėrhijn Cagaan Nuur". Visita della Caverna del cane giallo (Yellow Dog Cave), della Caverna di ghiaccio (Ice Cave), e alla Caverna Zaluuchuud. Al termine ritorno al campo. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

9° giorno : Parco Nazionale Khorgo - Sorgenti Calde di Tsenkher
Dopo la colazione visita al Gran Canyon del fiume Chuluut, dove si trovano paesaggi creati dai terremoti di origine vulcanica e la Taikhar Rock. Proseguimento per raggiungere le sorgenti calde di Tsenkher, che si trovano a 1.860 metri nella catena montuosa Khangai. Arrivo al campo turistico gher e giornata dedicata al relax presso le sorgenti di Tsenkher, dove le acque sgorgano ad una temperatura che raggiunge gli 80 gradi. Si può fare il bagno nelle terme, oppure provare il massaggio e le cure tradizionali mongole, o ancora effettuare escursioni nei dintorni delle sorgenti. Da provare è un bagno al tramonto tra i vapori nelle piscine lastricate di roccia osservando cavalli e yak che pascolano a pochi metri, con fitti boschi di conifere come sfondo. Cena e pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

10° giorno : Sorgenti Calde di Tsenkher – Kharkhorin - Karakorum e il Monastero Erdene Zuu
Colazione al campo. Dopo la prima colazione partenza in direzione della cittadina di Kharkhorin, dove si trovano i resti di Karakorum, l'antica capitale dell’Impero Mongolo che venne edificata nel 1220 dal grande condottiero Genghis Khan. Dopo la sua morte, la città fu completata dal figlio Ogedai Khan, ma ricoprì il ruolo di capitale solo per 40 anni, quando Kublai Khan decise di trasferire la capitale dell'impero, nell'odierna Pechino. Karakorum venne così abbandonata e in seguito, distrutta dai soldati mancesi. Dalle sue macerie nel XVI secolo venne costruito il monastero Erdene Zuu ("Cento Tesori"), il primo centro buddhista in Mongolia. In passato questo complesso comprendeva da 60 a 100 templi, ma venne distrutto a sua volta durante l'epoca delle epurazioni staliniane, vennero risparmiati solo tre dei templi del monastero, mentre un imprecisato numero di monaci vennero assassinati. Il monastero in seguito rimase chiuso fino al 1965, anno in cui il governo ne permise la riapertura come museo e successivamente, con la caduta del comunismo, il monastero riprese le sue attività religiose. Oggi Erdene Zuu conserva ancora parte dei suoi antichi splendori. I tre templi del complesso, circondati da una possente cinta muraria, sono dedicati alle tre fasi della vita del Buddha: l'infanzia, l'adolescenza e la maturità. Il tempio centrale, quello più importante, è chiamato Zuu di Buddha, e contiene due statue del Buddha fanciullo. Fuori dalle mura del monastero si trovano due "tartarughe di pietra", che in passato segnavano i confini dell'antica città di Karakorum. Pernottamento nel campo gher.
Pasti : C/P/C

11° giorno : Kharkhorin – Parco Nazionale Khustai
Prima colazione al campo. In mattinata partenza per la Riserva Naturale Khustai Nuruu, situata a circa 100 km a sud-ovest della capitale, venne istituita nel 1993 per salvaguardare i cavalli selvaggi mongoli (chiamati takhi) probabilmente il simbolo più noto dell'originale e variegata fauna della Mongolia. Noti anche con il nome di Cavallo di Przewalski, dal nome di un esploratore polacco che per primo se ne interessò, questi cavalli selvaggi in passato si spostavano liberamente nelle steppe in grandi branchi. Purtroppo a causa della caccia spietata dei bracconieri negli anni 60’ la razza rischiò la quasi totale estinzione ma grazie a gruppi ambientalisti internazionali, fu possibile reintrodurre numerosi capi di takhi in aree protette. Escursione nella Riserva, dove sarà possibile incontrare anche altri animali selvatici come lupi, cervi rossi e l’argali, una pecora selvatica asiatica, che vive su gran parte delle catene montuose dell'Asia centrale. Cena e pernottamento nel Campo Gher.
Pasti : C/P/C

12° giorno : Parco Nazionale Khustai – Ulaanbataar
Dopo la prima colazione partenza in direzione di Ulaanbaatar. All’arrivo è previsto una breve visita della città con incluso con incluso il Bogd Khan Winter Palace Museum. Visita al Palazzo d’Inverno di Bogd Khan, l'ultimo imperatore della Mongolia morto nel 1924 che come ottavo Jebtsundamba Khutugtu fu la guida spirituale buddhista tibetana della Mongolia. Questo palazzo ancora ben conservato è da considerarsi uno dei più importanti monumenti storici di Ulaanbaatar. Nel pomeriggio tempo a disposizione per gli ultimi acquisti oppure per il riposo. In serata è prevista una cena di arrivederci presso un ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.
Pasti : C/P/C

13° giorno : Ulaanbataar – Volo – Italia
Check-out in hotel. A seconda dell’operativo dei voli trasferimento in aeroporto ed assistenza per l’imbarco sul volo internazionale. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.
Pasti : C/-/-




Tariffe

Quota di partecipazione :

 

€ 2.815

€ 2.470

€ 2.185

Valida fino al 31OTT2019

 

2/3 persone

4/7 persone

8/11 persone

- I prezzi indicati si intendono per persona e si riferiscono a dei tour individuali con servizi ad uso esclusivo.
- Si applicano le condizioni del contratto di viaggio che si trovano sul sito www.nbts.it.
- I prezzi di tasse e imposte non dipendono dalla nostra volontà e possono cambiare senza preavviso.

La quota include:
-
Assistenza aeroportuale (arrivo/partenza)
- Tutti i trasferimenti indicati nel programma con automezzi privati tipo minivan 4x4 giapponesi
- Pernottamenti in hotel ad Ulaanbaatar, in camera doppia
- Pernottamenti in campi turistici di gher, in tenda ad uso esclusivo per 2 partecipanti
- Trattamento di pensione completa (colazione, pranzo e cena), bevande escluse
- Guida parlante inglese (traduttore in italiano su richiesta e con supplemento)
- Entrate a siti, musei e parchi nazionali, come da programma
- Cena di arrivederci in ristorante ad Ulaanbaatar
- 1 ora di trek a cavallo al Lago Khövsgöl
- 1 litro di acqua minerale al giorno a persona

La quota non include:

- Volo internazionale, verrà cercata la miglior soluzione al momento della richiesta
- Tasse in uscita dal paese, 12 USD (la quota è inclusa nelle tasse del biglietto aereo)
- Visto Mongolia, obbligatorio modalità di ottenimento e prezzi da comunicare
- Eventuali escursioni a cavallo e/o a cammello supplementari
- Bevande
- Mance
- Extra personali
- Quota gestione pratica (include assicurazione medico bagaglio annullamento)
- Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
- Supplemento camera singola, su richiesta




Sistemazioni alberghiere

 

Cat.     Hotel previsti o similari                Località            Notti

4*       Bayangol Hotel / Chinggis Khaan      Ulaanbaatar       2
-*       Campi di Gher                                 Altre località      9


Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.