Tour: Azerbaigian, la terra del fuoco

Tipologia : viaggio in Azerbaigian con visita di Baku, il tempio del fuoco di Ateshgah, Gobustan con i graffiti, le antiche città di Shamakhi e Shekhi, le chiese a Ganja e il villaggio di Kish.
Durata : 8 giorni / 7 notti

Codice : GETC0802
Partenze individuali : tutti i giorni, minimo 2 persone.
Partenze di gruppo : su richiesta.
Stagionalità : da aprile ad ottobre, il resto dell’anno le temperature sono piuttosto rigide.

 



 

Introduzione : viaggio nella catena montuosa del Caucaso, situata al crocevia tra Europa e Asia, che si distingue per la sua antica cultura e diversità linguistica. Questo itinerario tocca l’Azerbaigian, o antica Albania Caucasica, il cui nome trae origine da una parola turca che significa “Nobili guerrieri dei fuoco”, che deriva dalle fiamme spontanee che da secoli si sprigionano dal terreno per effetto della presenza di gas nel sottosuolo e che costituiva una delle tappe principali sulla Via della Seta. L’ Azerbaigian è una giovane nazione ma anche un paese di contrasti, che dopo il lungo periodo sovietico è alla ricerca di una propria identità e dove lo sfruttamento dei ricchi giacimenti di petrolio e di gas naturale ha generato un recente boom economico. Nella cosmopolita capitale Baku, affacciata sul Mar Caspio, nuovi grattacieli moderni crescono attorno al pittoresco nucleo storico dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Ma fuori dalla capitale si scopre un mondo completamente diverso, dove i lenti ritmi della vita rurale non hanno subito cambiamenti. Un paese ricco di storia dove possiamo ammirare esempi che provengono da un lungo passato con il tempio degli adoratori del fuoco di Ateshgah, antico luogo di culto dello zoroastrismo; le incisioni rupestri dell’età del bronzo di Gobustan; i piccoli vulcani di fango sulla collina di Dashgil; i minareti e le moschee medioevali delle antiche città di Shamakhi e Shekhi; le chiese a Ganja e nel villaggio di Kish.

Da non perdere:
- La visita del centro storico di Baku
- Le incisioni rupestri dell’età del bronzo e i vulcani di fango del Gobustan
- Il caratteristico villaggio di Lahic
- La città di Sheki con il Palazzo Estivo dei Khan
- La penisola di Absheron, con il fuoco eterno e il tempio zoroastrista

I siti UNESCO
- La Città-fortezza di Baku con il Palazzo di Shirvanshah e la Torre della Vergine
- Il Paesaggio culturale dell'arte rupestre di Qobustan


1° giorno : Italia – Volo – Baku
Partenza dall’Italia con volo di linea per Baku, capitale dell’Azerbaigian. Arrivo presso l’aeroporto Heydar Aliyev Airport di Baku. Dopo il disbrigo delle formalità doganali incontro con il nostro assistente e trasferimento in città. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento a Baku.
Pasti : -/-/-

2° giorno : Baku, visita della città
Dopo la colazione, inizia il tour a piedi guidato di Baku include la città medievale "lcheri Sheher" caratterizzata dai suoi stretti vicoli, dove si trovano antichi caravanserragli, moschee e due capolavori che sono stati dichiarati patrimonio dell'umanità dall’UNESCO, il Palazzo degli Shirvan Shah e la Torre della Vergine (dall’esterno), che sorge nei pressi delle imponenti dimore dei baroni del petrolio, costruite negli anni tra il 1870 e il 1914, durante il periodo del boom del petrolio. Si prosegue con la visita del viale dei Martiri della guerra del Nagorno Karabakh, da dove si possono avere delle sue splendide viste sulla baia di Baku. Il complesso del palazzo di Shirvan Shah fu l'ultima residenza dei sovrani dello stato di Shirvan, che nel Medioevo era lo stato più potente in Azerbaigian. Il Shirvan Shahs Palace è un edificio a due piani di forma rettangolare irregolare. Per fornire una migliore illuminazione del palazzo, la parte sud-est dell'edificio è stata costruita su diversi livelli. Successivamente è prevista la visita del Museo del tappeto, dove si trova la più grande collezione di tappeti azeri del mondo. Il museo è diventato un centro di ricerca e formazione culturale ed educativa dove si tengono molti eventi, come mostre, simposi internazionali e conferenze. Nel 2010 i tappeti azeri sono stati proclamati "un capolavoro del patrimonio immateriale" dall'UNESCO. La struttura dell'edificio è pensata per sembrare un tappeto arrotolato. Progettato dall'architetto austriaco Franz Janz, l'edificio ha richiesto oltre sei anni per essere ultimato. Al termine rientro in hotel. Pernottamento in hotel a Baku.
Pasti : C/P/-

3° giorno : Baku – Visita della penisola Absheron (70 km)
Dopo la prima colazione è prevista un'escursione di mezza giornata nella penisola di Absheron, situata a 30 km dal centro della città di Baku, per visitare Ateshgah il Tempio del Fuoco Eterno, un tempio zoroastriano dove si trova anche un museo etnografico che spiega la vita ai tempi in cui il tempio contava su molti seguaci. Questo territorio è noto per un fenomeno naturale così singolare da meritare una visita, per osservare il gas naturale in fiamme, un fenomeno causato dal gas sotterraneo che arrivando in superficie entra in contatto con l'ossigeno e si accende. Proseguimento con la visita della Nobel House-Museum, una dimora costruita nel 1884, residenza dei fratelli Nobel per quasi 40 anni. Nel 1879 fondarono la Brothers Nobel Oil Company - "Branobel", che divenne ben presto una delle più grandi compagnie petrolifere del mondo. Proseguimento con la visita il Centro Culturale Heydar Aliyev, progettato come una struttura complessa che comprende l'auditorium (centro congressi), un museo, sale espositive, uffici amministrativi. Il progetto del centro è stato progettato dal vincitore del premio Pritzker e dall'architetto riconosciuto a livello internazionale Zaha Hadid. Pernottamento a Baku.
Pasti : C/P/-

4° giorno : Baku - Shemakha - Lahic – Sheki (350 km)
Colazione in hotel. Al mattino partenza con gli automezzi per visitare l’interno del paese, attraversando splendidi paesaggi naturali. Arrivo a Shamakhi e visita della storica Moschea di Djuma (X secolo, ricostruita nel XIX secolo), considerata la più antica e grande moschea dell’Azerbaigian. La Shamakhi Djuma, secondo la leggenda fu costruita nel VIII secolo quando Shamakhi fu scelta come residenza da un califfo arabo, ad oggi rimane ancora una delle più grandi strutture di culto del Caucaso. Proseguimento per raggiungere e visitare il villaggio di Lahic (Lahij İsmayıllı), costruito nel V secolo a.C. lungo il canyon scavato nei secoli dal fiume Girdimanchay. Gli abitanti più anziani dei villaggio parlano un dialetto più vicino al Farsi che all’Azero, e affermano che Lahic venne così chiamato in onore della città persiana di Lahijun, da cui i loro antenati sarebbero emigrati un millennio fa, portando con sé le loro famose abilità. Passeggiando nella via del centro si possono trovare molti negozi, con oggetti unici fatti a mano in rame, adornati da incisioni a forma di ornamenti orientali, oggetti lavorati a maglia e tessuti, articoli in legno e pelle, coltelli souvenir, spezie e molto altro ancora. Alcuni oggetti di Lahij sono stati inclusi nella collezione del Museo del Louvre e di Berna. Si potranno osservare alcuni artigiani nell'arte di incidere il rame. Al termine proseguimento per la città di Sheki. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento in hotel a Sheki.
Pasti : C/P/-

5° giorno : Sheki - Kish – Ganja (160 km)
Colazione in hotel. Al mattino visita di Sheki, una delle più antiche città dell'Azerbaijan, famosa per ospitare la memoria storica e architettonica del paese. Si inizia con la visita del bazar locale, per poi proseguire con il Palazzo di Sheki Khans, particolarmente interessante e visitato da molti turisti. Costruito nel 1762, è un raro esempio di architettura che combina le tradizioni nazionali con quelle classiche. È interessante sapere che per la costruzione del palazzo non è stato usato un solo chiodo e che il vetro colorato per lo shebeke (mosaico nazionale) è stato importato da Venezia. Oltre al palazzo dei Khan a Sheki esistevano molti caravanserragli, essendo una città che viveva di commercio. Due di loro sono ancora visibili, il Caravanserraglio superiore e quello inferiore, entrambi costruiti nel XVIII secolo. Proseguimento delle visite con un trasferimento verso le montagne che circondano la zona, per visitare il villaggio di Kish, dove sorge una chiesa risalente al XII secolo, visitata dal famoso avventuriero norvegese Thor Heyerdahl. Si continua con una visita ad un laboratorio di kelagai, dove verrà spiegato come viene prodotto questo tradizionale copricapo femminile azero. Nel novembre 2014 è stato inserito nella lista del patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO. Al termine proseguimento per il villaggio di Ganja. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento a Ganja.
Pasti : C/P/-

6° giorno : Ganja – Baku (360 km)
Colazione in hotel. Al mattino è prevista la visita di Ganja, la seconda città dell'Azerbaijan con più di un milione di abitanti e luogo di nascita (1141) del grande poeta azero Nizami Ganjavi, che ha contribuito in modo inestimabile alla storia non solo della letteratura azerbaigiana ma anche della letteratura mondiale. Inizio delle visite con la moschea Shah Abbas del XVII secolo, il Mausoleo Javadkhan del XIX secolo, la chiesa ortodossa (1815), il Mausoleo Nizami e la "Bottle House", icona locale di Ganja decorata con 50.000 bottiglie di vetro. L’ultima visita è dedicata alla moschea di Imamzade. Al termine delle visite partenze per rientrare a Baku. Lungo la strada sono previste le soste per visitare Ismailli e Chateu Monolit, dove si potranno fare degustazioni e ricevere informazioni sui vini che vengono prodotti in Azerbaigian. Arrivo a Baku e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento a Baku.
Pasti : C/P/-

7° giorno : Baku – Visita del Parco del Gobustan (130 km)
Colazione in hotel. Al mattino è prevista la partenza per l’escursione che porterà alla scoperta della Gobustan Historical Reserve (65 km), che nel 2007 è stata dichiarata patrimonio mondiale dell'UNESCO. La riserva è conosciuta con le sue pitture rupestri perfettamente conservate (petroglifi), una sorta di "archivio" artistico dell'evoluzione umana sulla Terra. Si potranno vedere le tracce della storia di questa regione per un periodo di quasi 15.000 anni, dalla fine dell'era del Paleolitico superiore fino al Medioevo. All’arrivo nell’area, prima della visita alle pitture rupestri, è inclusa una visita al nuovo museo interattivo Gobustan Historical Reserve, dove si potrà avere un’introduzione sulla storia, sulla natura e la flora di Gobustan. Durante il suo viaggio in Azerbaijan, l’esploratore Thor Heyerdahl era stato a lungo affascinato dalle incisioni rupestri che risalgono al VIII - VII millennio a.C., ed era convinto che il loro stile artistico somigliava molto alle incisioni trovate nella sua nativa Norvegia. I disegni della nave, in particolare, furono considerati da Heyerdahl come simili e disegnati con una semplice linea a forma di falce, che rappresenta la base della barca, con linee verticali sul ponte, che illustrano l'equipaggio o, forse, i remi sollevati. In base alle condizioni atmosferiche si prosegue con la visita ai vulcani di fango. Questa escursioni è operata solo nel caso in cui le strade siano asciutte. Al termine ritorno a Baku. Serata libera per esplorare la capitale. Cena di arrivederci. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

8° giorno : Baku – Volo – Italia
In mattinata trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo in partenza per l’Italia.
Pasti : C/-/-



Tariffe

Quota di partecipazione :

 

€ 2.240

€ 1.690

€ 1.460

€ 1.435

Valida fino al 31DIC2019

 

2 persone

4 persone

6 persone

8 persone

Cambio euro / dollaro usd

1,15

       

- I prezzi indicati si intendono per persona e si riferiscono a dei tour individuali con servizi ad uso esclusivo.
- Cambio : una variazione del +/- 3% del tasso di cambio potrebbe portare ad un ritocco delle quote.
- Si applicano le condizioni del contratto di viaggio che si trovano sul sito www.nbts.it.
- I prezzi di tasse e imposte non dipendono dalla nostra volontà e possono cambiare senza preavviso.

La quota include:
- Volo di linea Turkish Airlines/Lufthansa in classe economica, tasse aeroportuali escluse
- Trasferimenti con automezzi privati auto, minibus o pullman con A/C, in base al numero dei partecipanti
- Sistemazione negli hotel indicati
- Visite ed escursioni come da programma
- Ingressi a monumenti, musei, etc. indicati nel programma
- Guida locale parlante italiano
- Trattamento pasti come indicato nel programma (C/P/C = Colazione/Pranzo/Cena)
- Assistenza di personale locale
- Una bottiglia d’acqua per persona al giorno

La quota non include:
- Tasse aeroportuali, circa 145 euro (quota da confermare in fase di prenotazione)
- Visto d’ingresso Azerbaijan, circa 23 usd (da fare on-line prima dell’arrivo in frontiera)
- Pasti non indicati
- Facchinaggio
- Mance
- Bevande
- Extra personali
- Quota gestione pratica (include assicurazione medico bagaglio annullamento)
- Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
- Eventuale supplemento dovuto alla reale disponibilità del volo di linea, da comunicare
 

Sistemazioni alberghiere

Cat.     Hotel previsti o similari         Località           Notti

4*        Sapphire Inn / Central Park        Baku                5
4*        Hotel Sheki Saray                      Sheki               1
4*        Vego Hotel / Ganja Hotel            Ganja               1
 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.