Tour di gruppo: Valle dell’Omo Expedition

Tipologia : viaggio naturalistico etnografico nel sud Etiopia alla scoperta dei popoli e della fauna della valle dell’Omo.
Durata : 13 gg / 10 notti
Partenze : 23 gennaio, 20 febbraio, 20 marzo, 22 maggio, 19 giugno, 17 luglio, 14 agosto, 11 sett

Codice : ETTG1303
Partenze individuali : tutti i mercoledì, minimo 2 persone.
Partenze di gruppo : partenze di mercoledì 23 gennaio, 20 febbraio, 20 marzo, 22 maggio, 19 giugno, 17 luglio, 14 agosto, 11 settembre, 30 ottobre, 4 dicembre 2019
Periodo indicato : il viaggio è effettuabile tutto l’anno tranne nei mesi da aprile a giugno in quanto durante la stagione delle piogge le strade potrebbe essere impraticabili.


 

 

 

Introduzione : Il Sud dell’Etiopia è ancora capace di sorprendere anche il più esperto dei viaggiatori. Da anni, le regioni meridionali dell’Etiopia sono percorse dai fuoristrada del turismo organizzato. I popoli del Grande Sud non sono più sconosciuti. I circuiti degli operatori turistici sono diventati percorsi battuti mille e mille volte. Ma vi sono regioni, nella valle dell’Omo, ancora lontane, quasi segrete, invisibili. Basta scartare itinerari consolidati. Raggiungere vallate e colline solitarie, lontane dall’asfalto delle strade principali. Vi sono villaggi e popolazioni che hanno difeso il loro equilibrio con la natura. Gente che conserva, con orgoglio, tradizioni e storia. Questo è il nostro viaggio. Usciamo dalle rotte abituali del turismo occidentale. Andremo in cerca dei mercati tradizionali, visiteremo villaggi di contadini, cacciatori e pescatori, saremo accolti da piccole comunità di uomini e donne. Navigheremo lungo la corrente del fiume Omo fino al suo delta. E’ un viaggio diverso, è l’esplorazione di uno dei cuori più belli e incontaminati del continente.

Da non perdere
- Nuovo itinerario su strade poco battute dal turismo
- Visite ai mercati di Gamo, Key Afer e quello dei Benna
- Un avvicinamento e un incontro più autentico con le popolazioni locali
- Navigazione in barca nel delta dell’Omo, una nuova escursione che rappresenta una delle cose più belle del viaggio.

1° giorno, mercoledì : Italia – Volo
Partenza dall'Italia con volo di linea, notte e pasto in volo.
Pasti : -/-/-

2° giorno, giovedì : Addis Abeba – Ziway (183 km, 3.30 ore circa)
Arrivo ad Addis Abeba e breve visita della città. Addis Abeba è una capitale che vive di un’energia positiva, proiettata verso la modernità economica ma legata alle proprie tradizioni culturali e alla sua “etiopicità” Visita del Addis Abeba National Museum, il Museo è nel quartiere di Arat Kilo, uno dei posti più vivi e gradevoli della città, ed è noto soprattutto per Lucy, l’ominide antenato dell’uomo scoperto nell’alta Rift Valley nel 1974. I suoi scopritori scelsero il nome ispirati da un brano dei Beatles; gli etiopi hanno preferito essere affettuosi: Lucy per loro è “Dinqnesh”, “Sei Meravigliosa”. Dopo la visita del museo partenza da Addis Abeba in direzione di Zway, in auto fuoristrada lungo la savana della Rift Valley in direzione sud, fino al lago di Zway, in Oromia, ai confini dell’Arsi occidentale. La Rift Valley ha differenziato gli ambienti naturali dell’acrocoro lungo un tratto che in Etiopia va dal Mar Rosso al Lago Turkana. La Rift Valley è la grande frattura nel continente africano che dal Mar Rosso prosegue fino al Mozambico. Tra qualche milione di anni questo vasto territorio sarà occupato dal mare dell’Oceano Indiano. Seguendo la mappa dell’Etiopia la Rift Valley corre dal Mar Rosso fino al Lago Turkana ai confini con il Kenya. Il Rift ha diviso in due l’altopiano: il massiccio del nord e quello sud orientale dei monti Bale e Chercher. Tutta la Rift Valley ospita una serie di laghi. Pranzo lungo la strada e arrivo al lago Zway nel primo pomeriggio. Passeggiata nelle località di Bocesa. Zway è una cittadina rurale della Rift Valley sulle sponde di un lago omonimo che è un grande hot spot per l'avvistamento degli uccelli e ospita il più antico monastero del Sud Etiopia. Pernottamento in hotel.
Pasti : -/P/C

3° giorno, venerdì : Zway - Maze Park (287 km, 5.30 ore circa Asfalto/Pista)
Partenza la mattina in fuoristrada e poco dopo Zway sosta al parco Abyata e Shala. Visita del Parco Nazionale dell'Abjata Shala nella Rift Valley ospita nei suoi laghi numerose varietà di uccelli e decine di migliaia di fenicotteri. L’Abjata e lo Shala sono due laghi separati da uno stretto istmo di terra ma mentre l’Abjata è placido e profondo solo quattordici metri, lo Shala arriva fino a 260 metri di profondità e ha numerose sorgenti di acqua calda. Il Parco fu istituito per proteggere le colonie di uccelli ed in particolare i fenicotteri che durante la stagione delle piogge arrivano fino a 50mila esemplari. Successivamente il viaggio prosegue verso sud e dopo la cittadina di Sodo ci si inoltra tra le colline del territorio della popoloazione Wolaita e Gamo. La zona è fertile e la campagna ordinata, con le tipiche capanne contornate da orti. Arriveremo nel pomeriggio al parco di Maze. ll Parco Nazionale del Maze attraversa la provincia di Basketo e Sawla. E’ un parco recente, interessante per i birdwatchers e per la presenza di bufali e dell’antilope di Swayne. Campo nel parco.
Pasti : C/P/C

4° giorno, sabato : Maze Park – Gamo Village (50 km, 1.30 ore circa Pista)
Al mattino esplorazione del parco del Maze e in successivamente trasferimento in auto verso un villaggio Gamo, Attraversemo la regione del Gamo. Il Gamo è una zona verdissima a ovest di Arba Minch. Alcuni mercati Gamo cominciano dopo il tramonto, e durano fino a notte. Gamo significa “la forza del leone”. I Gamo sono contadini e allevatori di bestiame che hanno amministrato le risorse della terra secondo un sistema di leggi tradizionali che per funzionare devono essere bilanciate e in armonia tra di loro. Il sabato è giorno di mercato ma è un mercato che ha tempi e un'atmosfera diversi rispetto ad altre zone d’Etiopia: comincia di sera, dopo il tramonto, e dura fino a notte inoltrata alla luce dei fuochi. Sawla Catholic Church. Campo nel villaggio.
Pasti : C/P/C

5° giorno, domenica : Gamo Village – Jinka (110 km, 2.30 ore circa Pista)
In auto dalla regione dei Gamo attraversando le colline abitate dagli Ari fino alla cittadina di Jinka, nella valle dll’Omo. Dal villaggio Gamo saliremo sulle montagne del Senegal che dividono la regione del popolo dei Male da quella Ari. E ci avvicineremo alla parte sud del fiume Omo. La valle dell’Omo è ambiente delicato e complesso, dove in un viaggio veloce bisogna rassegnarsi alla natura superficiale dell’incontro ma confidare che possa essere in qualche sua parte sincero. L’antropologo tedesco Ivo Strecker ha passato trent’anni tra le tribù dell’Omo Valley. Imparò la lingua degli Hamer e in un suo diario di bordo così annotò l’incontro con un uomo Hamer di nome Baldambe: “Baldambe raccontò del suo paese, della sua gente, di suo padre, della sua famiglia e di se stesso. Quanta poesia ed espressività nelle sue descrizioni. Queste descrizioni e il ritmo del suo parlato dovrebbero essere riprodotti in un libro: i passaggi veloci e le esitazioni, le accelerazioni, l’ondeggiamento della sua voce… Sarà un lavoraccio riprodurre questi nastri. Ma se solo riuscissimo a tradurre senza perdere il suo modo di raccontare potrebbe uscirne qualcosa di meraviglioso.” (dai diari di Ivo Strecker). Lungo la strada sosta in un villaggio Ari. Gli Ari sono l’etnia maggioritaria nella zona di Jinka, sparsi in un territorio che va dal nord del Mago Park fino alle colline attorno a Jinka e più a nord. Arrivati a Jinka visita al South Omo Research Center, il centro culturale per prepararsi a cogliere gli stimoli che offriranno le escursioni nell’ambiente e tra la gente della Valle dell’Omo. Pernottamento in hotel a Jinka.
Pasti : C/P/C

6° giorno, lunedì : Jinka – Mursi – Benna (237 km, 5.00 ore circa Pista)
Escursione nel Mago Park dove vivono i Mursi. Ritorno verso Jinka e campo in un villaggio Benna. La mattina andremo alla scoperta del Mago park che attraverseremo per incontrare il popolo dei Mursi. Il Mago Park è un ambiente selvaggio, di savana aperta e di foreste di acacie. Con il Parco dell’Omo è una riserva naturale per uccelli, antilopi, dik dik, bufali, zebre e anche leoni e leopardi. I Mursi sono una tribuù di 5000 persone che vivono nell’area tra i due fiumi Mago e Omo e sono noti per la tradizione delle donne di deformare il labbro inferiore con piattelli di argilla. Le tradizioni più note tra i Mursi sono legate al matrimonio, sia per gli uomini che per le donne. Quella che riguarda le donne è uno dei soggetti più noti per chi abbia avuto qualche frequentazione con riviste o documentari sull’Africa: l’usanza di deformare il labbro inferiore con piattelli di argilla. Dopo il ritorno a Jinka proseguiremo verso un villaggio Benna. Visita di un Benna Villages. I Benna sono un gruppo etnico che vive in un territorio a nord degli Hamer e dei quali sono un sottogruppo. Le tradizioni dei Benna sono le stesse degli Hamer ma decorazioni e acconciature sono diverse: capelli a treccine e ornamenti fatti di perline blu e azzurre. Le donne portano in testa un copricapo fabbricato con una zucca tagliata a metà. Notte in Campo.
Pasti : C/P/C

7° giorno, martedì : Benna – Karo – Turmi (200 km 3.30 ore circa Pista)
Visita a villaggi e dei Benna e dei Karo e in auto a Turmi, da cui si effettuano le escursioni nel basso Omo. La mattina ci sveglieremo nel villaggio e dopo colazione partiremo insieme alla gente del villaggio per il grande mercato del martedì. Il mercato settimanale di Alduba è di martedì ed è punto di incontro di Tsemay e Benna, clan del gruppo etnico Hamer. I Benna sono soprattutto pastori e vendono soprattutto tabacco, miele, pelli di capra, burro e frutta stagionale. Dopo il mercato proseguiremo verso un’altra etnia: i Karo che vivono sulla sponda del fiume Omo. I Karo sono di origine omotica e si dipingono il corpo con colori naturali. Sono uno dei gruppi meno numerosi tra le tribù dell’Omo. Arrivo a Turmi. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

8° giorno, mercoledì : Turmi – Omorate – Turmi (160 km, 3 ore circa)
Esplorazione della regione degli Hamer e a Omorate esursione in barca sull’Omo fino ai villaggi Dassanech. Ritorno a Turmi. Omorate è un Villaggio di frontiera, pochi km e siamo in Kenya, qui vive il popolo dei Desanech. Percorreremo in barca una parte del fiume Omo. I Dassanech vivono in un territorio nella zona del delta dell’Omo, dalla sua riva occidentale fino a sud, dove il fiume entra nel lago Turkana. Nei pressi di Omorate si può visitare un villaggio e partecipare alla vita lungo il fiume. La loro origine potrebbe essere nilotica. I Dassanech, chiamati anche Galeb, sono pastori e pescatori e in parte coltivatori, secondo un modello misto comune a molte economie di sussistenza che si basano sulle risorse e sui cicli delle stagioni. Ritorno a Turmi in un villaggio Hamer, dove passeremo la notte. Gli Hamer vivono nel vasto territorio tra l’Omo River e il Chew Bahir e i loro principali villaggi sono Turmi e Dimeka. Riti di iniziazione e decorazioni del corpo fanno parte delle tradizioni. Campo.
Pasti : C/P/C

9° giorno, giovedì : Turmi – Konso (230 km, 4.00 ore circa Asfalto/Pista)
Esplorazione della zona degli Hamer e in auto verso la savana di Key Afer e poi in direzione nord verso le colline terrazzate dei Konso.
Partenza per il mercato settimanale di Key Afer, un ampio villaggio a 1800 metri di altezza, sulla strada che da Konso porta a Jinka. È una zona abitata dagli Ari ma il mercato del giovedì è tra i più grandi della valle dell'Omo ed è punto di incontro anche per Hamer, Benna e Tsemay. Raggiungeremo Konso e visteremo il museo. Il museo di Konso conserva testimonianze della cultura dei Konso, tra cui le famose “waka”, le stele funerarie in legno. I Konso occupano l’ultimo tratto di dolce altopiano verso la valle dell’Omo prima che diventi savana. Una zona patrimonio Unesco per come i Konso hanno terrazzato i terreni salvandolo dall’erosione. Notte in campo.
Pasti : C/P/C

10° giorno, venerdì : Konso – Arba Minch (210 km, 3.30 ore)
Dalle colline terrazzate dei Konso in auto lungo la Rift Valley verso la cittadina sulle rive dei laghi Chamo e Abay e poi verso nord nella regione del Walayta.
La mattina partenza per Arba Mich e gita in barca sul lago nel parco del Nec Sar. Il parco del Nech Sar e i laghi Chamo e Abay sono punti di osservazione per i birdwatchers; ma tra safari sulle quattro per quattro ed escursioni sui laghi si possono osservare zebre, coccodrilli e ippopotami. Il parco nazionale del Nech Sar protegge zone di savana, colline, praterie e paludi: le praterie del Nech Sar, "White Grass", da cui prende il nome; un'ampia parte dei laghi Chamo e Abaya; e l'istmo di terra che li divide, che è chiamato "Egzer Dilday", il "Ponte di Dio". Proseguimento per Sodo. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

11° giorno, sabato : Sodo - Yirgalem via Shashamane (197 km, 3.00 ore circa)
Dopo Sodo attraverseremo il territorio del popolo dei Sidamo, che vivono  nelle foreste e colline alle pendici dei monti del Bale. L’eco lodge Aregash è completamente immerso nel verde e circondato dalle piantagioni di caffè del popolo Sidama. Al tramonto, ai margini del lodge arrivano diverse iene, abituate a ricevere cibo dai guardiani. Intorno al lodge è possibile fare una piacevole passeggiata per visitare il villaggio dei Sidama, con le loro capanne di bamboo e assistere alla tradizionale cerimonia del caffè. La preparazione del caffè in Etiopia segue rituali ben precisi, necessita di tempo e crea in chi assiste sensazioni molto piacevoli. Essa è parte integrante della tradizione culturale e della vita sociale del Paese. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

12° giorno, domenica : Yirgalem - Addis Abeba (315 km, 5.30 ore circa)
Partenza per Addis  Abeba e sosta al mercato del pesce di Awasa. Sul Lago Awassa c'è la più grande cittadina della Rift Valley e capitale degli stati del sud Awasa è una città in fermento, con un grande polo universitario, con le palme e un clima che ricordano Bahar Dar. Anche Awasa è su un lago, il più piccolo della Rift Valley, ma abitato da ippopotami e numerose specie di uccelli. Nel vecchio hotel Webe Shebele si può prendere un caffè in compagnia delle scimmie guereza. Il lago è circondato da un sentiero e il mercato del pesce – tra marabu e scimmie – è tra i luoghi che più ricordano l’aria di mare in una nazione che mare non ha. Arrivo ad Addis stanze day use (una per 4 pax fino alle 19:30) cena tradizionale e trasferimento in aeroporto.
Pasti : C/P/C

13° giorno, lunedì : Italia
Notte in volo, arrivo all'aeroporto previsto e fine dei nostri servizi.
Pasti : -/-/-



Tariffe

Quota di partecipazione :

 

€ 2.545

€ 2.795

Valida fino al 31DIC2019

 

in doppia

in singola

Cambio euro / dollaro usd

1,15

   

- I prezzi indicati si intendono per persona e si riferiscono a dei tour di gruppo.
- Cambio : una variazione del +/- 3% del tasso di cambio potrebbe portare ad un ritocco delle quote.
- Si applicano le condizioni del contratto di viaggio che si trovano sul sito www.nbts.it.
- I prezzi di tasse e imposte non dipendono dalla nostra volontà e possono cambiare senza preavviso.

La quota include:
- Volo di linea Ethiopian Airlines/KLM in classe economica, tasse aeroportuali escluse
- Sistemazione negli hotels/ lodge indicati, in camera doppia
- Trattamento pasti come indicato nel programma
- Trasferimenti con veicolo fuoristrada con carburante e autista
- Guida parlante italiano
- Alloggio in hotel a pensione completa
- Veicolo di appoggio con il materiale da campeggio
- Cuoco professionista, con materiale da campeggio e cucina
- Acqua minerale ai pasti
- Ingressi ai villaggi e parchi nazionali
- Gita in barca sul lago Chamo e delta dell’Omo

La quota non include:

- Tasse aeroportuali, circa 220 euro (quota da confermare in fase di prenotazione)
- Spese di ottenimento Visto Etiopia, 50 USD circa 48 Euro (da fare online o da pagare in loco)
- Eventuali tasse aeroportuali, di sicurezza e tasse doganali terrestri pagabili solamente in loco
- Mance per guida e autista
- Bevande
- Facchinaggio
- Eventuali feste e cerimonie speciali
- Ingressi per videocamera
- Extra personali
- Quota gestione pratica (include assicurazione medico bagaglio annullamento)
- Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
- Eventuale supplemento dovuto alla reale disponibilità del volo di linea, da comunicare

 

Sistemazioni alberghiere

Cat.     Hotel previsti o similari        Località          Notti

-*         Haile Resort Ziway                    Ziway                1
-*         Campo                                     Maze Park          1
-*         Campo                                     Villaggio Gamo   1
-*         Jinka Resort Hotel                     Jinka                 1
*          Campo                                     Villaggio Benna   1
-*         Buska Lodge                             Turmi                1
-*         Campeggio in villaggio               Hamer               1
-*         Campeggio in villaggio               Konso                1
-*         Abele Zeleke Hotel                     Sodo                 1
-*         Aregash Lodge                          Yergalem           1
-*         Hotel in day use (4 pax stanza)  Addis Abeba       -

Partenze 2019

Gennaio                       23
Febbraio                       20
Marzo                          20
Maggio                         22
Giugno                         19
Luglio                           17
Agosto                         14
Settembre                    11
Ottobre                        30
Dicembre                     4

Partenze confermate con gruppo minimo di 2 persone.
 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.