Ri... Partiamo

Scritto da  NBTS Viaggi
Martedì, 11 Aprile 2017 12:04

Guida pratica per prepararsi a partire senza pensieri

Ci eravamo fermati, ma solo virtualmente. Sul blog. In realtà non smettiamo mai di viaggiare, di aggiornarci e soprattutto di far viaggiare. Non abbiamo trascurato i nostri clienti, anzi, ci siamo presi del tempo per potercene prendere cura di al meglio. Ora siamo pronti: vogliamo coinvolgere ed essere coinvolti, condividere opinioni, consigli, notizie e curiosità.

Ripartire con il blog è un po’ come partire per un nuovo viaggio: non bisogna trascurare i preparativi e i dettagli. Un buon viaggio è il risultato di una buona pianificazione. Questo vale per qualsiasi destinazione, ma è particolarmente vero quando si è diretti in un Paese straniero. È facile cedere alla tentazione di prenotare un viaggio e iniziare a fantasticare sulla prossima meta, ma ci sono alcuni elementi da tener presenti.  Al di là della progettazione che ogni viaggio richiede, bisogna tenere a mente alcuni dettagli supplementari per vivere un'esperienza priva di stress. Abbiamo riassunto in 5 step fondamentali le cose da fare per rendere la vostra prossima vacanza un vero successo.

1.            Controllare il passaporto e richiedere i visti necessari
Non è necessario memorizzare la data di scadenza del passaporto ma è meglio darle un'occhiata -  e verificare dove sia passaporto - prima pianificare un viaggio internazionale. In generale, il passaporto deve essere valido per i sei mesi successivi l'ingresso in un Paese straniero, anche se alcune nazioni consentono l’ingresso anche con una validità più breve. Se, durante il controllo, vi accorgeste che la data di scadenza si sta avvicinando, sarà necessario rinnovare il passaporto prima del prossimo itinerario. Sebbene non sia un requisito universale, i visti turistici sono necessari per visitare molte nazioni in tutto il mondo, e il processo di applicazione varia notevolmente da Paese a Paese. Se si dispone di un passaporto italiano, il sito del Ministero degli Affari Esteri (da qualche tempo esiste anche un’app scaricabile gratuitamente) è la miglior risorsa per determinare se e come sia necessario fare domanda per un visto turistico in base al Paese che ci si appresta a visitare. È bene tenere presente che talvolta alcuni visti possono risultare costosi e richiede diverso tempo per la relativa elaborazione. Alcuni paesi, come la Cina, offrono i visti pluriennali che consentono diversi ingressi ed uscite; se vi è l’effettiva possibilità di fare presto ritorno in un Paese, i visti pluriennali – laddove possibili- sono un’ottima soluzione per risparmiare tempo e denaro nel lungo periodo

2.            Controllare le avvertenze e registrare il viaggio
Prima di un viaggio all'estero, è bene fare riferimento alle informazioni generali fornitevi dal Tour Operator oppure dal Ministero degli Affari Esteri. Vale la pena di verificare queste comunicazioni, sia prima di prenotare un viaggio sia poco prima di partire. Prima di partire è, inoltre, utile registrarsi al programma Dove Siamo Nel Mondo, un servizio del Ministero rivolto ai cittadini italiani che si recano temporaneamente all’estero e utile per assistere l'utente in caso di emergenza. Allo stesso modo, annotare gli indirizzi ei numeri di telefono delle ambasciate o consolati italiani nelle destinazioni che visiterete, in caso aveste necessità di contattarli, ad esempio in caso di smarrimento del documento di viaggio

3.            Fare una copia dei documenti
Sì, è vero è un po’ retrò, ma può sempre essere utile avere con sé una copia a colori della pagina identificativa del passaporto da conservare, se cartacea, in un luogo sicuro e separato dal documento originale. Se si è in procinto di visitare Paesi per i quali vi siete autonomamente occupati del visto allora potreste procurarvi una copia anche di questi. Prenotazioni alberghiere, treno conferme dei biglietti, e tutti gli altri documenti di viaggio possono a loro volta essere copiati. Siamo nell’ era digitale ed è molto più comodo, ed ecologico, avere a portata di mano versioni digitali di questi documenti. Salvate la documentazione sul vostro smartphone o su un Dropbox in modo che si trovino su un dispositivo locale e possiate accedervi anche senza una connessione Internet. Ci sono tante app che consentono di salvare le foto della vostra documentazione e accedervi senza connessione. Inoltre, se avete intenzione di memorizzare informazioni sensibili (come una scansione del passaporto) sul telefono o sulla vostra casella di posta elettronica, assicuratevi che le password siano abbastanza forti da tenere potenziali intrusi fuori

4.            Procurarsi gli attrezzi necessari per l‘ attrezzatura elettronica
Le prese elettriche sono diverse in tutto il mondo, quindi serviranno adattatori che permettono ai dispositivi di funzionare regolarmente anche con prese diverse. La cosa migliore da fare è acquistare un adattatore con diverse impostazioni così da avere un solo pratico adattatore invece di uno per Paese. È inoltre necessario verificare il voltaggio per assicurarsi che i dispositivi siano compatibili. Se si dispone di un dispositivo che non è compatibile con una corrente a voltaggio maggiore o minore, allora avrete bisogno di acquistare un trasformatore. Infine, se non lo si possiede già, vale la pena investire in un carica batterie portatile utile per avere smartphone, fotocamere e altri dispositivi elettronici sempre carichi durante il viaggio

5.            Fare scorta di medicine
A seconda di dove si sta andando si può organizzare il bagaglio in modo diverso ma è bene fare sempre attenzione a cosa si mette in valigia. Potrebbe essere necessario portare con sé farmaci particolari come precauzione contro alcune patologie. Per maggiore completezza è consigliabile consultare sempre il sito del Ministero degli Affari Esteri. Inoltre, se si assume regolarmente un qualsiasi farmaco che richiede una prescrizione, è bene assicurarsi di averne con sé a sufficienza per la durata del viaggio cosicché non si esaurisca durante il vostro viaggio all’estero. Infine, e soprattutto se vi recate in Regioni remote, è bene portare con sé anche qualche farmaco non soggetto a prescrizione (aspirina, Imodium, etc.) che potrebbero non facilmente reperibili in quelle zone.

Altro in questa categoria: Scusi mi può spegnere il leone? »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

NBTS Viaggi Seguici su

nbts social facebook-32 nbts social twitter-32 nbts social instagram-32 nbts social google-plus-32 nbts social pinterest-32 nbts social youtube-3 nbts social flikr-32

In Viaggio per Emergency 2017

intro_inviaggioperemergency
NBTS Viaggi aderisce al programma di responsabilità sociale "In viaggio per Emergency", una raccolta fondi a sostegno delle vittime di guerra... continua

COSA METTERE IN VALIGIA

nbts logo offerte 300 60
Cosa portare in viaggio dalla valigia al bagaglio a mano. Può capitare che nella confusione della partenza dimentichiate qualcosa o che smarriscano i vostri bagagli. Una buona soluzione è quella... continua

RICETTE CUCINA ETNICA

cucina_intro300x60
Anche la gastronomia rappresenta un modo per avvicinarsi alla cultura di un popolo, aiuta a conoscere un meglio il paese e a comprenderne ritmi e tradizioni. Ecco delle semplici ricette da fare in casa...  continua

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.